Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Rarità davanti alle coste di Bordighera. Avvistati 30 delfini comuni foto

Una specie a rischio estinzione sembra essersi ambientata nel Santuario Pelagos

Bordighera. Un gruppo di circa trenta delfini comuni, rarissimi (nonostante il nome) nel Mar Mediterraneo e minacciati d’estinzione, è stato avvistato a circa tre miglia dalle coste tra Bordighera e Sanremo, per la prima volta sabato 17 agosto.
Un avvistamento straordinario, avvenuto nel cuore del Santuario Pelagos: il quadrilatero di mare che ospita una grande varietà di cetacei.

delfini

Il gruppo era formato da esemplari adulti ma anche da alcuni piccoli, nati con ogni probabilità da un paio di mesi.

«In oltre trent’anni di monitoraggio in quest’area non avevamo mai avvistato un gruppo di questa specie, che in Mediterraneo ha subito un drastico declino negli ultimi decenni», dichiara la biologa marina Sabina Airoldi, responsabile delle ricerche sui cetacei condotte dall’Istituto Tethys nel Santuario Pelagos. «Gli unici avvistamenti – aggiunge l’esperta – Erano di uno o due delfini comuni mescolati a grandi gruppi di stenelle striate, un altro delfino delle stesse dimensioni e molto abbondante in tutto il Mediterraneo».

Per quale motivo il delfino comune stia scomparendo non è ancora del tutto noto. Sembra che il loro declino sia dovuto alla diminuzioni delle prede, oltre al degrado dell’habitat e alle catture accidentali nelle reti da pesca che, come spiega l’Airoldi «giocano un ruolo fondamentale».

Le uniche aree nei mari italiani dove il delfino comune è relativamente abbondante sono lo Stretto di Sicilia, quello di Messina e le acque antistanti l’isola di Ischia, ma anche in quest’ultima zona è stato registrato dai ricercatori di Oceanomare Delphis un declino numerico negli ultimi anni.

Il gruppo di cetacei è stato foto-identificato dai biologi marini dell’Istituto Tethys, insieme ai partecipanti del programma di citizen science che li affiancano a bordo della barca da ricerca. Per il lavoro, sono stati utilizzati speciali obiettivi Canon. L’obiettivo dei ricercatori è quello di cercare di capire da dove provenivano i delfini comuni e il motivo per cui hanno raggiunto il Mar Ligure.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.