Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Monaco conquista un pezzo di mare. Terminata la ‘cintura’ del nuovo quartiere Anse du Portier foto

Un'area completamente pedonale e immersa nel verde, con appartamenti di lusso affacciati sul mare

Più informazioni su

Monaco. Quattrocentomila metri cubi di sabbia estratta a nord della Sicilia per riempire il basamento su cui sorgerà il nuovo eco-quartiere di Montecarlo, disegnato dal Renzo Piano Building Workshop: l’Anse du Portier. 
Un’area interamente pedonale, costruita sul mare nei pressi del Grimaldi Forum, che ospiterà appartamenti e ville di lusso, un parco pubblico di un 10mila metri quadrati, una passeggiata a mare e prestigiose boutique.

anse du portier

Se nei giorni scorsi è stato posato l’ultimo dei 18 ‘cassoni’ prefabbricati galleggianti che compongono la cintura di delimitazione dell’area, i lavori sono tutt’altro che terminati. Il cantiere procede infatti a pieno ritmo per consegnare, come previsto dal cronoprogramma, il nuovo quartiere ai monegaschi entro il 2025. La cintura di cassoni, eretta negli ultimi 12 mesi, è lunga 500 metri e poggia a una profondità di 20 metri su una collina sottomarina appositamente progettata e realizzata: il tutto con soluzioni, scrivono i progettisti «innovative e rispettose dell’ambiente, che rispondono alle esigenze fissate dal Principato di Monaco nel trattato firmato nel luglio del 2015».

Nulla è stato lasciato al caso. Per ridurre il rischio di intorpidimento dell’acqua – la cui qualità sarà costantemente monitorata durante i lavori – la società specializzata Andromède Océanologie ha realizzato uno studio di impatto ambientale marino che ha previsto l’utilizzo di particolari draghe in grado di aspirare il sedimento prima che si disperda. Grande attenzione anche per i mammiferi marini che popolano le acque del Mar Mediterraneo: per non disturbali, i tecnici hanno ridotto i rumori prodotti dal cantiere. Sono inoltre previste misure compensatorie per salvare il più possibile i fondali, tra cui lo spostamento delle distese di Posidonia.
Il nuovo litorale, inoltre, si inserirà in modo naturale tra le forme sinuose delle spiagge già presenti a Monaco.

[Foto e video crédits : Principauté de Monaco/SAM L’Anse du Portier/Valode et Pistre Architectes/Renzo Piano Building Workshop/Michel Desvigne Paysagiste]

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.