Quantcast

Le atmosfere celtiche di Asterix e Obelix invadono Ventimiglia Alta con “Dal Tramonto all’Alba” fotogallery

Una serata all’insegna della musica e della gastronomia, con spettacoli a tema e artisti

Più informazioni su

Ventimiglia. Druidi, celti e pozioni magiche. L’appuntamento con l’evento ‘Dal Tramonto all’Alba’, che da qualche anno si rinnova nel centro storico, la scorsa domenica 4 agosto ha letteralmente (e pacificamente) invaso la Città Alta. Si sono celebrati celebrerà della fortunata serie di fumetti ‘Asterix e Obelix‘. Per la prima volta, infatti, la manifestazione ha avuto un tema centrale. «Lo abbiamo fatto per creare un filo conduttore che leghi tutte le associazioni coinvolte nella sua realizzazione – spiega il vicesindaco Simone Bertolucci – E anche per coinvolgere maggiormente il pubblico, invitato a travestirsi con maschere a tema».

Quattro le associazioni ufficialmente coinvolte: Lasciadire, Liber Theatrum, i carristi della città di Ventimiglia e l’Ente Agosto Medievale, impegnato in questi giorni con la 46esima edizione de l’Agosto Medievale che si chiuderà il 5 agosto con la ‘Notte del Guidernone’.

Una serata all’insegna della musica e della gastronomia, con spettacoli a tema e artisti. In particolare alcuni writers hanno dipinto e sette pannelli collocati dall’associazione Lasciadire nei carruggi del centro storico. I disegni, ovviamente, richiamavano i famosi personaggi di Albert Uderzo, colui che insieme allo sceneggiare René Goscinny ha dato vita ad Asterix e Obelix.

Il centro storico di Ventimiglia è diventato così il piccolo villaggio dell’Armorica che resiste agli assalti dei quattro accampamenti fortificati che lo circondano: Petibonum, Laudanum, Babaorum e Aquarium. E’ dal villaggio dell’Armonica che iniziano le avventure del guerriero Asterix, uno degli irriducibili Galli, capace da solo, grazie alla pozione magica preparata dal druido Panoramix di moltiplicare la propria forza.

I visitatori che si sono presentati  a Ventimiglia Alta con la brochure dell’evento (distribuita la sera stessa) hanno ricevuto la pozione magica che li renderà invincibili.

Il pubblico è stato accolto in piazza della Cattedrale dai carristi ventimigliesi che, in diretta, hanno allestito due grossi totem, realizzati a forma di piramide, coprendoli di fiori seguendo le tecniche canoniche della tradizione. Da qui è iniziato un percorso che ha guidato lo spettatore nelle otto location allestite: piazza Funtanin, piazza Colletta, piazza delle Erbe, via Garibaldi, piazza del Canto, piazza della Cattedrale, piazza Fontana e piazza Borea. Un percorso ricco di spettacoli, all’insegna di cibo, musica e teatro. Presente anche il fumettista Fabio Bono, residente a Ventimiglia e famosissimo in Belgio, che esporrà i propri lavori.

Tra le novità, oltre a una selezioni delle migliori birre piemontesi, anche la degustazione di distillati accompagnati da sigari offerti dagli organizzatori. La serata si è conclusa con un concerto di musica celtica in piazza della Cattedrale a cura dell’ente Agosto Medievale.

La band che si sono esibite: Taita’, Radio Bumca, Nera Giostra, Gran Dal Dab, Caligola Dj Set, Grooveshot Quartet jazz, Viral Sound, Sabroson Orchestra, Lizzadro, I Sonagli di Tagatam, imitazione Bob Marley, Adriano Celentano e Renato Zero, Musica Stefano Hutter, Dj Andrea K, Jan The Doctor.

LE FOTO SONO DI MARCO MAIOLINO

Più informazioni su