Quantcast
Il bilancio

Imperia, “Desbaratu” di Ferragosto a Porto Maurizio, poche bancarelle. I migliori affari concentrati al mattino

La via attende il riscatto per la Notte Bianca del 24 agosto

Imperia. Poche bancarelle per il “Desbaratu” di Ferragosto nel centro di Porto Maurizio.

I banchi, una dozzina, più una decina di ambulanti e alcuni hobbisti, quindi con molti vuoti, erano distribuiti in via Venti Settembre, via San Maurizio e via Cascione nella parte pedonalizzata.

I migliori affari si sono concentrati nella mattinata, mentre al pomeriggio turisti e residenti hanno, evidentemente, preferito la spiaggia o altre mete.

L’edizione di quest’anno, organizzata dalla Confcommercio, tra l’altro,  era stata preceduta da un prologo di polemiche a causa  dello slittamento del mercato settimanale del giovedì a domenica 8 settembre.  Pochi i negozianti che hanno hanno esposto la loro merce all’esterno dei loro esercizi, mentre il numero degli ambulanti venuti da fuori è risultato in costante e inesorabile calo.

Ha suscitato non poche perplessità anche la chiusura della seconda parte di via Cascione per la presenza di un solo banco e la limitazione del traffico in via Martiri della Libertà.

Riccardo Caratto, presidente del Civ di Porto Maurizio e titolare di una oreficeria commenta: «Nel mio negozio, ma parlo a titolo personale,  forse c’è stato un po’ più di movimento rispetto alla scorso anno. Negozi chiusi? E’ interesse soprattutto di chi vende vestiario e accessori tenere aperto. La mattina è sempre la parte della giornata in cui si registrano le maggiori presenze, il pomeriggio l’afflusso cala. Da registrare l’impegno di un paio di attività, un bar e una gastronomia, che hanno unito le forze per offrire musica e piatti tipici. Ora aspettiamo la Notte Bianca».

Per il riscatto Porto Maurizio attende, infatti,  la “Notte di Bollicine” in programma sabato 24 agosto.

commenta