Quantcast

Festival di Sanremo, assegnare il Premio alla Carriera a Giulio Rapetti: la proposta dello storico Andrea Gandolfo

«Il paroliere e scrittore è autore di alcune tra le più belle e indimenticabili canzoni del repertorio musicale italiano, tra cui, in particolare, quelle del famoso cantautore romano Lucio Battisti»

Sanremo. Lo storico Andrea Gandolfo ha scritto e inviato oggi la seguente lettera all’assessore al Turismo del Comune di Sanremo Alessandro Sindoni per illustrargli la sua proposta in vista del prossimo Festival della Cantone Italiana:

«Alla Cortese Attenzione del signor assessore al Turismo del Comune di Sanremo Alessandro Sindoni

Egregio Signor Assessore,

in vista della prossima edizione del Festival della Canzone italiana, che sarà, come noto, la settantesima, vorrei gentilmente proporLe di prendere in considerazione la mia proposta di assegnare il prestigioso Premio alla Carriera attribuito dal Comune di Sanremo in occasione della manifestazione canora, al celebre paroliere e scrittore Giulio Rapetti, in arte Mogol, nato a Milano il 17 agosto 1936, autore di alcune tra le più belle e indimenticabili canzoni del repertorio musicale italiano, tra cui, in particolare, quelle del famoso cantautore romano Lucio Battisti, che sono ormai entrate nell’immaginario collettivo nazionale.

Credo che un simile riconoscimento, anche per la particolare occasione in cui potrebbe essere assegnato, la settantesima edizione del Festival, possa rappresentare un premio a tutti gli autori di testi musicali italiani, di cui Mogol è sicuramente uno tra quelli più conosciuti a livello internazionale e apprezzati in tutto il mondo per la sua straordinaria capacità di coniugare parole e musica. Sperando quindi che la mia proposta possa essere presa in considerazione dagli organi competenti, La ringrazio per la Sua gentile attenzione e Le porgo i miei più cordiali saluti» – scrive il dott. Andrea Gandolfo.