Quantcast

Da Pigna alla “Route del Marguareis”, inizia l’avventura in e-bike per lo staff del rifugio Allavena foto

Roberto e Leonardo, rispettivamente guida e gestore del rifugio, sfideranno la natura in sella alle biciclette a pedalata assistita

Più informazioni su

Pigna. In occasione del raduno ciclo turistico “Route del Marguareis” il rifugio Allavena ha organizzato un’edizione zero del proprio Gran Tour Alpi del Mediterraneo in e-bike.

Roberto e Leonardo rispettivamente guida e gestore del rifugio partiranno sabato sera in notturna in sella alle e-bike (biciclette a pedalata assistita) alla volta di Briga, passata la notte nella particolare cittadina Brigasca si sposteranno a Tenda “capitale della Val Roya” per prendere parte alla cicloturistica da 70km e 2000metri di dislivello che li condurrà a Chiusa di Pesio organizzata da Conitours – Cuneo Alps.

La Route del Marguareis è un itinerario transfrontaliero ricavato da antiche strade militari da poco rimesso in sesto grazie agli sforzi degli enti pubblici locali, va ad intersecare il tracciato della classica “Via del Sale Limone – Monesi” nel tratto compreso tra Colle della Perla e la diramazione per il Passo del Duca/Capanna Morgantini.

Il giorno seguente invece dopo un trasferimento su gomma fino a Limone Piemonte, i ragazzi percorreranno la classica “Via del Sale Limone – Monesi – Colle Melosa” ulteriori 80 km circa di paesaggi alpini da attraversare in sella.

Un’avventura partita per scherzo qualche sera fa in ufficio: «sabato notte vado a Tenda ma non ho voglia di prendere il furgone, vado in bici, poi torno lunedì» e da lì la classica risposta «beh allora vengo anche io!!!».

Da una parte Roberto 32 anni cresciuto tra i boschi della Valle Argentina da 10 anni guida ambientale escursionistica di Regione Liguria che, per passione prima e mestiere poi, organizza e conduce vere e proprie avventure in bicicletta e/o a piedi insieme ad un team di guide e professionisti di prima linea.

Dall’altra Leonardo, 47 anni, ex comandante di yacht ora gestore del Rifugio Alpino più alto della Liguria, dopo un cambio vita radicale è alla prima esperienza del genere, preparato e consigliato da Roberto negli ultimi mesi vivrà un’esperienza che non dimenticherà di sicuro. 180 km di sterrati in 1 notte e 2 giorni.

«Sarà prima di tutto una lunghissima sessione di team building e poi un modo per ripagare degli sforzi i nostri amici francesi e cuneesi che ogni giorno si adoperano per il settore turistico che vede anche noi come attori principali. (siamo punto tappa fisso per la traversata Limone – Monesi – Ventimiglia la più emozionante variante della Via del Sale)

I mezzi a nostra disposizione sono delle Fantic XF1 Integra in configurazione enduro con rispettivamente 160 e 180 mm di escursione alle sospensioni, dei veri gioielli della tecnica artigianale Italiana delle vere “macchine da corsa” Made in Italy prodotte a Treviso dalla storia azienda Italiana Fantic famosa per il suo Caballero.

Il rifugio Allavena è aperto tutti i giorni come ristorante, bar e camere (camerate). E grazie al sodalizio con Fantic Rent è anche il noleggio e-bike più grande e fornito della provincia di Imperia al quale potrete trovare ogni tipologia di servizio e informazione per le attività nelle nostre montagne, da spettacolari e-bike noleggio, alle guide, ai trekking sul famoso sentiero degli alpini e ancora alle esplorazioni dei bunker risalenti alla seconda guerra mondiale con le guide più preparate del settore» – fanno sapere Roberto e Leonardo.

Si può seguire l’avventura sulle pagine FB https://www.facebook.com/WolfTrailsMTB/ e https://www.facebook.com/nuovorifugiofrancoallavena/ oppure sulla pagina dell’evento https://www.facebook.com/events/705564446549857/

Più informazioni su