Bordighera, commenta troppo sui social: cittadina riceve lettera anonima contenente minacce

Indagano i carabinieri

Bordighera. Una lettera contenente gravi minacce è stata recapitata ieri mattina a Maria Pia Rambone, cittadina di Bordighera molto attiva sui gruppi Facebook della ‘Città delle Palme’ e conosciuta anche per essere la moglie di Gio Batta Pallanca, fratello dell’ex sindaco Giacomo.

Appena ricevuta la missiva, scritta a mano, in stampatello, e anonima, la donna si è rivolta ai carabinieri, sporgendo denuncia per il grave atto intimidatorio subito.

«Io ritenevo che nella nostra elegante Bordighera fosse sempre possibile esprimere civilmente la propria appassionata opinione – dichiara Maria Pia Rambone – Mi sbagliavo! Il 22 agosto ho ricevuto una lettera, chiaramente anonima, in cui vengo coloritamente invitata a tacere. La lettera riporta poi tutta una serie di distinte iniziative che potrebbero attuarsi nel caso non seguissi lo “squisito” consiglio. Oggi, 23 agosto, ho sporto denuncia presso il Comando dell’Arma dei Carabinieri perché questi atteggiamenti non possono, e non devono, essere sottovalutati».

Aggiunge la donna: «Bordighera ha vissuto, in un passato ancora recente, la triste cronaca di pesanti condizionamenti ed intimidazioni criminali. Il mio fatto, che in realtà è l’ultimo di una sgradita sequela, è poca cosa per la miseria e l’inconsistenza dei contenuti. Il suo pregio maggiore è però quello di ricordare a me, e a tutti le donne e gli uomini della mia città, di restare sempre vigili e di non soggiacere mai a pratiche intimidatorie, più o meno esplicite . La libertà è la battaglia di ogni giorno».