Ventimiglia, l’ex sindaco Ioculano conferma: «La Regione non ha bloccato progetti, ma questo gioco al massacro è dannoso»

Unico errore è articolo di giornale locale che annunciava il falso

Più informazioni su

Ventimiglia. «Stiamo assistendo a uno spettacolo deplorevole inscenato dall’attuale amministrazione per intestarsi progetto e opera, una guerra al massacro che non fa bene alla città». Lo ha detto stamani l’ex sindaco e attuale consigliere di minoranza Enrico Ioculano, parlando del caos scoppiato a Ventimiglia dopo la notizia, infondata, del blocco del progetto milionario dell’olandese Robertus Thielen, che ha intenzione di costruire appartamenti e un hotel di lusso sulla collina retrostante il costruendo porto di Cala del Forte.

enrico ioculano

«Trovarsi per due giorni di fila sui giornali parlando del progetto in modo confuso e nemmeno tanto lineare non è piacevole – aggiunge Ioculano – Si sta parlando del nulla. E conferenze stampa come quella di ieri, dove il sindaco dice una cosa e l’assessore regionale ne dice un’altra, dimostrano che c’è bisogno di fare chiarezza».

Ioculano, insieme all’ex vicesindaco Silvia Sciandra, ha ricostruito l’iter che ha portato, il 9 aprile scorso, a votare l’indirizzo politico per dare il via alla pratica di iniziativa privata per la costruzione di immobili: «E’ stato un atto politico, votato all’unanimità del consiglio comunale – specifica Ioculano – Ed è grave che un tecnico come Tomiolo dica che è illegittimo, in quanto dovrebbe sapere che un atto di indirizzo politico non ha bisogno del parere dei tecnici».

«Una questione di lana caprina», la definisce l’ex sindaco. Ma il punto è un altro: la ‘guerra’ tra sindaci non sarebbe nata se non fosse stato scritto, su un giornale locale, che la Regione Liguria aveva bloccato il progetto dell’olandese. Una notizia assolutamente falsa perché il progetto (lo dicono sia Ioculano che Scullino, e lo dice pure l’assessore regionale Marco Scajola), semplicemente non c’è.

 

Più informazioni su