Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Ventimiglia, il Waterfront torna in consiglio. Consigliere Ioculano: «Non voto contro, me ne vado»

La minoranza abbandona l'aula al momento del voto

Ventimiglia. «Non voto contro il waterfornt. Non lo voto proprio». Con queste parole il consigliere comunale di minoranza, l’ex sindaco Enrico Ioculano ha annunciato al consiglio comunale la decisione di lasciare l’aula, insieme a tutti gli altri consiglieri del suo gruppo, al momento della votazione dell’ultimo punto all’ordine del giorno relativo al cosiddetto ‘progetto Waterfront': l’iniziativa privata dell’imprenditore olandese Robertus Thielen che prevede la costruzione di un centinaio di appartamenti e di un albergo di lusso sulla collina retrostante il porto.

«Con questa deliberazione il consiglio comunale ritorna sulla deliberazione numero 30 del 9 aprile 2019 – ha spiegato il dirigente comunale Massimo Mangiarotti – E preso atto di quelli che erano i contenuti e di un vizio formale sull’acquisizione dei pareri di regolarità tecnica e contabile, visto quello che la Regione Liguria, nella persona dell’architetto Pier Paolo Tomiolo con mail del 5 aprile scorso ha comunicato, fa sostanzialmente tre cose: prende atto che la dilebarazione numero 30 si intende priva di alcun effetto dispositivo tipico del provvedimento amministrativo sin dalla sua emanazione; dà atto che la deliberazione del consiglio comunale, non essendo un provvedimento amministrativo in senso stretto, non è soggetta ai rimedi previsti dalla normativa, e rimette a successivo atto la certificazione dell’interesse pubblico al progetto di iniziativa privata sia sulla base delle linee programmatiche del mandato politico-amministrativo 2019-2024, sia sulla base di quella che è la presentazione di una nuova istanza da parte della società privata, corredata dalla documentazione prevista».

Prima della votazione, la pratica è stata ampiamente discussa dai consiglieri. Ioculano, in particolare, ha chiesto che venisse ritirata. Proposta che non è stata accolta dalla maggioranza. «E’ una pratica importantissima per Ventimiglia – ha detto il sindaco Gaetano Scullino – E deve andare avanti nei tempi più brevi possibili». A nome della maggioranza, anche il consigliere Marcello Bevilacqua ha ribadito il voto a favore suo e dei colleghi: «Voteremo a favore perché lo dobbiamo a Ventimiglia, abbiamo già perso troppo tempo su questa pratica».

E mentre si disquisisce ancora su cosa sia più opportuno per portare a compimento il progetto, tra un accordo di programma (come scelto dalla precedente amministrazione) e una variante urbanistica (come rettificato dalla giunta Scullino, su consiglio della Regione), l’iter burocratico per lasciare che un imprenditore investa oltre 100milioni a Ventimiglia è, alla fine, iniziato.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.