Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Vallecrosia, consigliere Paolino: «Avevamo avvertito che convenzione con coop Caribu non era positiva»

«L'amministrazione ha dato 36mila euro alla Coop»

Vallecrosia. «E’ con tristezza e rammarico che leggo nuovamente sui giornali che il nome di Vallecrosia viene associato a una vicenda veramente degradante per la dignità umana e dai contorni inquietanti». A dichiararlo, in merito all’operazione Patroclo che ha portato all’arresto quattro soci occulti della coop Caribu, è il consigliere di minoranza Emidio Paolino.

«Non è una novità che la mai opinione sulla convenzione con la cooperativa Caribu, tanto pubblicizzata e dall’amministrazione Biasi, non fosse per niente positiva per le motivazioni che ho spiegato chiaramente in tempi non sospetti – aggiunge Paolino – E in questi ultimi mesi ho impegnato risorse per verificare alcune situazioni poco chiare in merito a lavori eseguiti dai “volontari” in relazione alle somme erogate alla cooperativa e alla sovrapposizione di tali interventi con il capitolato d’appalto per il verde pubblico che comprende tutta una serie di interventi che, sembrerebbe, siano stati effettuati dai “volontari”(soggetti a gratificazione monetaria e quindi “volontari” esclusivamente di nome) ma compresi nel capitolato di cui sopra».

Ancora Paolino: «Certo è che, i mei dubbi, sono sempre stati contenuti in una cornice amministrativa nella quale, come opposizione, è mio dovere vigilare affinchè le risorse dei cittadini di Vallecrosia non vengano sprecate e mal utilizzate, ma alla luce degli ultimi eventi il contesto cambia in modo radicale. E’ quindi mia intenzione richiedere all’ Amministrazione Biasi a che titolo sono state erogate le somme descritte nella convenzione, con la Cooperativa Caribu e nello specifico il compenso di €
6.000,00 + iva mensili (1° convezione della durata di 5 mesi successivamente rinnovata) per un totale di € 36.000,00 + iva, comprensivi di € 2.400,00 come gratificazione ai volontari (unico Comune in provincia che li ha elargiti, oltretutto, per convenzione, erano distribuiti a discrezione della cooperativa) la quale oltretutto, sempre per convenzione, ha diritto a € 1.500,00 per “l’acquisto di materiale ritenuto necessario per l’espletamento dei lavori ma utenti i eseguiti dai migranti”. A che titolo, un consigliere di maggioranza ha effettuato interventi insieme ai migranti? con quale mansione e che lavori ha eseguito e, più importante, questi lavori sono stati quantificati? Sono stati stralciati dal compenso alla cooperativa e all’appaltante del verde pubblico? Altrimenti si corre il rischio che il volontariato non lo si faccia per il Comune di Vallecrosia ma per chi è comunque pagato per farlo e sta a guardare, domande che saranno anche oggetto di una richiesta di convocazione urgente del consiglio comunale».

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.