Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Settore giovanile, nasce la partnership tra Ospedaletti Calcio e Genoa foto

Prende il via il progetto che porta in casa orange il know-how di una delle società maggiormente blasonate della serie A e che nel tempo ha donato molti giovani talenti al calcio nazionale e internazionale

Ospedaletti. Un filo diretto per i ragazzi del settore giovanile dell’Ospedaletti che, da oggi, potranno contare sulla prestigiosa partnership stretta con il Genoa.

Grazie al lavoro dello staff ‘orange’ insieme al responsabile del settore giovanile del Genoa Michele Sbravati e con la mediazione del calciatore rossoblu Stefano Sturaro, nasce il progetto che porta in casa Ospedaletti il know-how di una delle società maggiormente blasonate della serie A e che nel tempo ha donato molti giovani talenti al calcio nazionale e internazionale.

«È un inizio di stagione stimolante e molto promettente – dichiara il presidente dell’Ospedaletti Luca Barbagallo – nuove figure professionali arrivate ad arricchire il nostro staff, la prima stagione che inizia da subito con il campo nuovo, la nostra prima squadra che, per la prima volta, militerà nel campionato di Eccellenza mi sembravano già un sogno che diventava realtà, ma come su tutte le torte ecco la ciliegina.

Oggi inizia la collaborazione con una società da sempre vicina all’Ospedaletti e ai componenti del direttivo e dello staff. Il ritorno di Stefano Sturaro in rossoblu ha aiutato lo sviluppo di questa nuova collaborazione, ma devo anche complimentarmi con Giorgio Bordero e Josè Espinal che in questi anni hanno mietuto grandi successi e riconoscimenti. Il nostro intento, da sempre, è fornire ai nostri atleti ogni possibilità di poter esprimere al meglio le loro capacità e l’accordo con il Genoa è un nuovo importante tassello che ci permette di perseguire il nostro obiettivo. Un ringraziamento speciale a Michele Sbravati che ha dimostrato nei nostri confronti grande disponibilità e fiducia. C’è sempre più gusto a essere ‘orange’».

«Sarà molto curata la crescita dei nostri allenatori, dell’impostazione di un metodo professionale e del percorso dei giovani calciatori, oltre a iniziative come tornei e inviti allo stadio, eventi piacevoli per i ragazzi – aggiunge Stefano Sturaro – penso che per i giovani calciatori possa essere una vetrina importante, si crea un filo diretto tra Ospedaletti e Genova, un accesso dalla porta principale al calcio che conta. Una bella opportunità per la nostra zona dove il calcio sta crescendo: la Sanremese ha fatto una squadra importante e lotta per l’accesso nei professionisti, il Taggia si gioca posizioni importanti e poi il Ventimiglia, l’Imperia, l’Ospedaletti che in pochi anni è cresciuto tanto. Si inizia a lavorare con i giovani e questo accordo può solo che aumentare il tasso tecnico, organizzativo e di immagine della nostra provincia che è sempre stata un po’ ai margini. C’è un bacino importante di bambini e di ragazzi che non è mai stato sfruttato abbastanza».

«Ci siamo incontrati con il team ed è nata l’idea di fare dell’Ospedaletti un punto di riferimento rossoblu a Ponente – aggiunge Emanuele Crespi, responsabile della Genoa Soccer Academy – ci sarà una figura specifica presente sui campi oltre a diversi benefit da offrire ai tesserati come stage, provini e molto altro».

«Stefano Sturaro farà da punto di incontro avendo militato in entrambi i settori giovanili, un valore importante per l’accordo – conclude Michele Sbravati, responsabile del settore giovanile del Genoa – raccolgo un’importante soddisfazione nell’aver concretizzato un rapporto che va avanti da diversi anni con una società ben organizzata e strutturata come l’Ospedaletti che da questa stagione rientra nel nostro progetto di affiliazione auspicando una nuova e reciproca crescita».

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.