“Liberate Carlo Carpi”, parte la raccolta firme per l’ex candidato sindaco a Imperia e Sanremo

Era stato arrestato il 5 luglio scorso in esecuzione di una ordinanza emessa dalla Procura di Torino

Genova. aLiberate Carlo Carpi”: è questo lo slogan di una raccolta firme online in favore dell’ex candidato sindaco nei comuni di Imperia e Sanremo. La petizione si trova sull’apposito sito change.org e fa riferimento all’arresto di Carpi (ora rinchiuso a Marassi) avvenuto il 5 luglio scorso in esecuzione di una ordinanza emessa dalla Procura di Torino avendo il Tribunale di sorveglianza respinto l’istanza di affidamento in prova ai servizi sociali.

Deve scontare, infatti, un residuo di pena di un anno e 10 mesi per calunnia nei confronti di un magistrato. Il suo legale, Salvatore Mazzeo, che, tra l’altro, è proprio l’ex direttore della casa circondariale genovese, era subito salito sulle barricate: «La pena è irrisoria. Lo dicono la Costituzione, la legge penitenziaria che il mio cliente deve stare fuori. Esaminerò le carte poi proporremo istanza di applicazione di una misura alternativa. Carlo Carpi non è un delinquente e non è pericoloso e non ha certo bisogno del carcere». Mazzeo può fare istanza per ottenere la detenzione domiciliare o riproporre l’affidamento ai servizi sociali.