Quantcast

Inagibilità scuola Pascoli a Sanremo, Monti del Cpia al Comune: «Anche la nostra istituzione viene ospitata dal fabbricato»

«Spero che l'amministrazione comunale e gli enti preposti si interessino attivamente per trovare una sistemazione adeguata a questa scuola statale così importante per il territorio»

Sanremo. Il professore Franco Monti, insegnante coordinatore del Cpia di Sanremo, scrive al Comune di Sanremo sulla questione dell’inagibilità della scuola Pascoli:

«Spettabile Comune di Sanremo, riguardo all’inagibilita dell’edificio scolastico Pascoli in corso Cavallotti a Sanremo, ho notato che non é mai stata considerata dai mezzi di informazione l’esistenza di una terza istituzione scolastica che viene ospitata dal fabbricato, e cioè il Cpia, Centro provinciale di istruzione degli adulti.

Sicuramente questo dipende dal fatto che tale istituzione, popolamento conosciuta come corsi serali, è sempre stata amministrata dal comprensivo Sanremo Levante, mentre da 4 anni è diventata una istituzione autonoma statale con direzione propria, al momento guidata dalla dirigente Elisabetta Bianchi con sede amministrativa ad Imperia.

I corsi del Cpia Sanremo rivestono una notevole importanza nel panorama culturale cittadino come la principale realtà di educazione degli adulti. La nostra scuola offre corsi di lingua italiana per stranieri a tutti i livelli, la possibilità di ottenere il diploma di scuola media anche a chi ha abbandonato i corsi regolari e da quest’anno il primo biennio di scuola superiore, oltre a corsi di lingue straniere aperti a tutta la popolazione adulta.

I numeri dei partecipanti ai nostri corsi sono importanti, arrivando a diverse centinaia nel corso dell’anno scolastico, con offerta di lezioni sia di mattina che in orario pomeriggio—sera. Spero pertanto che l’amministrazione comunale e gli enti preposti si interessino attivamente per trovare una sistemazione adeguata a questa scuola statale così importante per il territorio».