Imperia, “Jova Beach Party” il sindaco Scajola: «Abbiamo subito offerto il Parco urbano ma non per fare gli avvoltoi»

Scende in campo anche l'ex ministro ma l'ipotesi di uno spostamento è complicata dai tempi ristretti

Imperia. «Appena si è  diffusa la notizia delle difficoltà di Albenga a ospitare l’evento abbiamo contattato sia il sindaco Riccardo Tomatis che l’organizzazione offrendo loro come disponibilità alternativa il Parco urbano».

Anche il capoluogo, dunque, tenta il colpaccio di portare il tour di Lorenzo Cherubini a Imperia, viste le difficoltà incontrate nella città delle torri e il Parco urbano, pur non essendo tecnicamente una spiaggia ha le caratteristiche, sviluppandosi sul mare, e come capienza e  di poter ospitare il “Jova Beach Party“.

«Sia chiaro, però– precisa l’ex ministro – che non si tratta di una operazione di sciacallaggio nei confronti di Albenga, ma di una offerta di aiuto».

Anche altre località come Andora e Sanremo hanno offerto la loro disponibilità ma i tempi del trasloco della location del concerto stringono (è in programma il 27 luglio) sempre di più e c’è bisogno di un litorale molto ampio disponibile dato l’afflusso previsto di migliaia di persone.