Quantcast

Imperia, concerto doppio per i 40 anni dei Cantores Bormani domenica 7 luglio

All'Oratorio di San Pietro e in piazza Pagliari

Imperia. Il Coro polifonico dei Cantores Bormani compie quarant’anni e aprirà i festeggiamenti  con un concerto molto particolare che si terrà domenica 7 luglio alle ore 21 presso l’Oratorio di San Pietro al Parasio.
Non si tratterà infatti del solito concerto: sarà itinerante e sarà diviso in due parti.

La prima parte sarà dedicata alla musica sacra e in questa occasione, per la maggior parte dei brani, i coristi saranno accompagnati dall’ OpenOrchestra diretta dal maestro Marco Reghezza, celebre e pluripremiato compositore taggiasco.
Per la seconda parte del concerto, invece, ci si sposterà in piazza Pagliari e sarà dedicata ad un repertorio profano.
Durante l’esibizione verranno proposti, come in un excursus, i brani che più hanno caratterizzato i quarant’anni di attività riproponendo una dualità di genere, sacro e profano, che da sempre ha distinto il coro.

Lo spostamento da un luogo all’altro sarà arricchito dai componenti del Comitato Sotto Tina che accompagneranno il pubblico verso la tappa successiva leggendo cronache di fatti accaduti in epoche passate. Non solo il Comitato Sotto Tina ma anche molte altre sono state le realtà portorine coinvolte e che in vari modi hanno supportato il coro per la preparazione del concerto quali Il Circolo Parasio, Gli Amici della Lirica di Imperia e la Confraternita di San Pietro ai quali si coglie l’ occasione per rivolgere un sentito ringraziamento.

La conclusione della serata sarà in piazza Pagliari dove verrà eseguito un estratto del repertorio profano che va da “Il festino del Giovedì grasso avanti cena” alla “Pazzia Senile” a “Barca da Venezia a Padova” di A. Banchieri e Monteverdi e si concluderà con un brano malinconico e struggente con testo in dialetto portorino, dedicato al Parasio e composto da Angelo Sampietro, componente del coro stesso.

Il Coro Cantores Bormani fu fondato nel 1979 sotto la direzione del maestro Piera Raineri, da sempre ha una formazione corale polifonica a quattro voci miste. Il repertorio, particolarmente ricco, spazia dal Rinascimento al Novecento sia in campo sacro che in quello profano.

Nel corso della sua quarantennale attività il Coro ha eseguito innumerevoli concerti, alcuni fuori dalla sua Provincia e Regione di appartenenza se non addirittura all’ estero come, ad esempio, quello tenuto nel 2017 a Friedrichshafen dove è stato ospitato in occasione del gemellaggio con la nostra città.

Oltre ad un cospicuo impegno concertistico e alla realizzazione di un disco si ricorda anche la partecipazione a vari concorsi classificandosi 1° Premio Concorso Lazzri di Genova nel 1990 e a rassegne corali e opere teatrali tra cui “Il malato immaginario”, “il Festino del Giovedì Gasso avanti cena”, “La Pazzia Senile” e alla più recente “Passio”, sacra rappresentazione sul martirio di S. Maurizio e Compagni martiri scritto da Don Lucio Fabbris e andata in scena a settembre dello scorso anno sulla piazza del Duomo di Porto Maurizio.

Nel corso degli anni si sono susseguiti alla guida del Coro i maestri Piera Raineri, Giulio Magnanini e Giorgio Revelli. Ad oggi è diretto dal M° Graziella Marengo.

I Cantores Bormani vi invitano dunque la popolazione e tutti coloro che ne hanno fatto parte a partecipare numerosi al concerto di apertura dei festeggiamenti per il suo quarantennale che, da come inizia, si prevede essere un anno speciale!