Il caso

Finanze di Palazzo Bellevue in affanno, la Lega Sanremo apre alla proposta di Robaldo

Il consigliere Dem aveva chiesto alle minoranze di centrodestra e al M5S di premere sul governo per aiutare il Comune alle prese con il bilancio

commissione bilancio sanremo

Sanremo. “Il gruppo consiliare Lega Liguria Salvini e il Commissario cittadino del Carroccio prendono atto che il capogruppo PD Mario Robaldo ha finalmente preso coscienza degli effetti negativi dei vincoli di finanza che il Governo Monti, sostenuto dal PD, introdusse a danno degli enti locali virtuosi”.

A commentare la proposta del consigliere Dem, lanciata nella commissione bilancio di ieri dalla quale è emerso un quadro pietoso delle risorse disponibili dall’avanzo di amministrazione 2018, è Andrea Artioli.

“Infatti – continua il consigliere – attualmente circa il 40% del gettito IMU del Comune di Sanremo, per oltre Euro 14.000.000,00 viene trasferito allo Stato per tappare perdite e buchi derivanti da pratiche di mala amministrazione di altri Comuni.
Proprio per evitare queste distorsioni la Lega porta avanti con forza la battaglia per le autonomie, per evitare che chi bene amministra debba pagare i conti di chi invece male gestisce la cosa pubblica.

Vedere quindi il capogruppo PD Mario Robaldo far propria una delle tesi della Lega è motivo di soddisfazione per essere riusciti, al di la delle contrapposizioni politiche, a farne comprendere la finalità ad esclusivo favore dei Cittadini. Del resto anche in regioni di sinistra, come l’Emilia Romagna, l’importanza di questo indirizzo è stata compresa.
Precisando che non è stata la Lega a chiedere di “poter dare una mano” al Comune di Sanremo, ma che viceversa l’aiuto ci è stato formalmente richiesto, non dubiti il capogruppo Robaldo, la Lega cittadina saprà rendersi portavoce, in tutte le opportune sedi istituzionali, di tale richiesta di aiuto nell’esclusivo interesse della nostra amata Sanremo”.

leggi anche
comune di sanremo commissione bilancio
I conti
Sanremo, mazzata al bilancio del Comune dal “saldo e stralcio” delle cartelle esattoriali: per le emergenze pochi soldi
commenta