Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Sperimentazione della micromobilità elettrica nell’Imperiese, Volpi (M5s): «Una grande opportunità»

«L’obiettivo per la provincia deve essere quello di migliorare la mobilità sostenibile e attrarre un maggior numero di presenze turistiche sul nostro territorio»

Più informazioni su

Imperia. Le dichiarazioni di Leda Volpi, deputata del Movimento 5 stelle, sulla sperimentazione in provincia della micromobilità elettrica:

«Con la firma del Ministro delle Infrastrutture Toninelli al decreto ministeriale del 4 giugno 2019 anche in Provincia di Imperia, e penso soprattutto ai Comuni a forte vocazione turistica, prenderà il via la sperimentazione della cosiddetta micromobilità elettrica, ovvero hoverboard, segway, monopattini elettrici e monowheel nelle nostre città», afferma la deputata sanremese del Movimento 5 Stelle Leda Volpi.

«La sperimentazione potrà prendere avvio da quest’estate e permetterà la circolazione in città di questi mezzi non previsti dal Codice e dunque fino ad oggi vietati. Si stabilisce che monopattini elettrici, hoverboard, segway e monowheel potranno circolare in ambito urbano, previa delibera comunale, su aree pedonali, percorsi pedonali e ciclabili, piste ciclabili in sede propria e su corsia riservata, zone a 30 Km/h e strade con limite di velocità di 30 km/h. La sperimentazione, che dovrà essere chiesta dalle singole città entro un anno dall’entrata in vigore del regolamento del Mit, potrà durare minimo un anno e massimo due anni.

Il decreto stabilisce che i monowheel e gli hoverboard sono ammessi solo nelle aree pedonali e a velocità inferiori a 6 km/h. Nelle aree pedonali potranno circolare anche i segway ed i monopattini ma sempre entro i 6 km/h. Segway e monopattini saranno ammessi anche su percorsi pedonali e ciclabili, piste ciclabili in sede propria e zone 30 e strade con limite di velocità di 30 km/h, a velocità non superiore a 20 km/h. Tutti i mezzi devono essere dotati di regolatore di velocità configurabile in funzione dei limiti di velocità previsti.

Il dm specifica inoltre le caratteristiche tecniche che i veicoli devono possedere per essere ammessi alla sperimentazione. I comuni che intendano avviare la sperimentazione devono prevedere una “campagna di informazione della sperimentazione in atto nel proprio territorio.

Conclude Leda Volpi: «L’obiettivo per la provincia di Imperia e per tutta la Liguria deve essere quello di migliorare la mobilità sostenibile e attrarre un maggior numero di presenze turistiche sul nostro territorio, potendo contare sui tanti chilometri di piste ciclabili e sui percorsi stradali adatti a questi mezzi elettrici: perciò invito tutte le amministrazioni comunali a partecipare al progetto di micromobilità elettrica».

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.