Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Sostanza esplosiva fuoriesce da un treno a Ventimiglia, stazione evacuata e tre feriti, ma è un’esercitazione fotogallery

La macchina dei soccorsi scatta immediatamente: a dirigere le operazioni è la Prefettura

Ventimiglia. E’ l’1,30 della notte tra venerdì 21 e sabato 22 giugno, quando nella stazione di Ventimiglia scatta l’allarme per la fuoriuscita di ossido di etilene da una cisterna difettosa di un convoglio proveniente dalla Francia e diretto a Genova. Data la pericolosità del gas, estremamente infiammabile ed esplosivo se mescolato all’aria, la Prefettura di Imperia aziona immediatamente un piano di soccorsi che coinvolge vigili del fuoco, Rfi, 118, protezione civile e forze dell’ordine. In pochi minuti, il piano di sicurezza studiato nei minimi dettagli, viene messo in atto anche se, fortunatamente, si tratta di un’esercitazione.

Esercitazione stazione Ventimiglia

I vigili del fuoco sono i primi a intervenire. Evacuano la stazione di Ventimiglia e si recano sui binari, dove è in sosta il convoglio, per individuare e arginare la fuoriuscita della sostanza pericolosa. Con loro anche i tecnici di Rete Ferroviaria Italiana. Nel contempo, il personale sanitario del 118, insieme con i volontari di Croce Rossa e Croce Verde Intemelia, si occupa dei feriti: sono tre, tutti passeggeri di treni che si trovano nelle immediate vicinanze del convoglio merci.

Si attivano i militi della Croce Verde Intemelia

Nello stesso momento, il viceprefetto Davide Garra, avverte la ‘Sala Situazione Italia’, centro di coordinamento nazionale del Dipartimento della Protezione civile, il Gabinetto del ministro dell’Interno, il prefetto di Imperia, il Ccpd (Centro di Cooperazione di Polizia e Doganale), il sindaco di Ventimiglia e la protezione civile della Regione Liguria.

A scopo precauzionale, i vigili del fuoco decidono di evacuare le abitazioni nel raggio di 200 metri dal convoglio. Chiusa, nel tratto interessato, anche la statale Aurelia che corre parallela ai binari. La macchina dei soccorsi funziona alla perfezione: l’obiettivo dell’esercitazione, sviluppata e proposta da Rete Ferroviaria Italiana (Gruppo FS Italiane), ovvero la rielaborazione dell’attuale Piano Generale di Emergenza della stazione di Ventimiglia è stato raggiunto.

Briefing prima dell’esercitazione. Il saluto del viceprefetto Davide Garra

Il saluto del sindaco Gaetano Scullino

La simulazione realistica ha permesso di verificare il flusso di allertamento e informativo del sistema, i tempi di arrivo delle risorse, l’attitudine alla cooperazione ed al coordinamento dei soggetti responsabili delle varie attività organizzative e di soccorso, nonché la capacità di gestione dell’evento da parte dei responsabili presenti sullo scenario.

Hanno partecipato: Prefettura, Questura, Comando provinciale dei Carabinieri, Comando provinciale della Guardia di Finanza, Compartimento Polizia Ferroviaria, Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco, Servizio 118, Regione Liguria Dipartimento Protezione Civile, Comune di Ventimiglia, Rete Ferroviaria Italiana, Trenitalia, Fuorimuro, SNCF Reseau, AIB e Volontari della Protezione Civile di Taggia. Presente il sindaco Gaetano Scullino e il consigliere delegato alla Protezione Civile Marcello Bevilacqua.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.