Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Maturità 2019 al via, oggi prima prova di italiano per oltre 1300 studenti imperiesi

Saranno giudicati da 74 commissioni composte da 39 presidi e 200 professori

Più informazioni su

Imperia. Tra toto-temi, trucchi per la memoria e riti scaramantici, questa mattina prende il via la maturità 2019. Nell’Imperiese saranno 1353 gli studenti alle prese con l’Esame di Stato che quest’anno prevede soltanto due prove scritte più l’orale.

Si parte come da tradizione con la prova di italiano, comune a tutti gli indirizzi. Rispetto agli anni passati, il ministro Bussetti ha soppresso la terza traccia, quella di storia, che era la meno gettonata. Vocabolario alla mano, i maturandi avranno 6 ore a disposizione per svolgere il tema su una delle sette tracce disponibili. Previste tre tipologie: la tipologia A, l’analisi del testo, dove gli autori salgono da uno a due per coprire ambiti cronologici, generi e forme testuali diversi.; la tipologia B che proponendo un testo o un estratto chiede l’interpretazione seguita da una riflessione personale; la tipologia C, il tema libero.

Giovedì sarà la volta della seconda prova scritta, diversa in base al corso di studi e la più temute dagli studenti. Non verterà su una sola materia, ma quest’anno riguarderà due o più discipline caratterizzanti gli indirizzi di studio. I maturandi del classico dovranno rispondere a domande e quesiti di greco e latino, quelli dello scientifico avranno problemi di matematica e di fisica. E così via.

La prossima settimana avranno invece inizio gli orali, dove non verrà più discussa la tesina multidisciplinare. Gli studenti dovranno infatti scegliere tra tre buste all’interno delle quali troveranno testi, documenti, fotografie su argomenti affrontati nel corso dell’anno. I candidati dovranno così intraprendere un discorso tematico tra le diverse materie, mostrando capacità di critica e di giudizio. Verrà anche chiesto loro di esporre l’esperienza dell’alternanza scuola-lavoro.

In totale, gli studenti saranno giudicati da 74 commissioni composte da 39 presidi e circa 200 professori.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.