Inquinamento acustico in via dei Colli e via Romana, Civicamente Bordighera: «Frustrazione per mancanza di attenzione da autorità»

«I motociclisti, ragazzi poco educati, che disturbano la quiete notturna mettono a repentaglio la salute delle persone»

Bordighera. Mara Lorenzi di Civicamente Bordighera lancia un messaggio ai residenti che si lamentano dell’inquinamento acustico notturno causato da scooter sulla via dei Colli e via Romana. 

«Desidero che i residenti della via dei Colli, e quelli della via Romana, sappiano che avevo sperato di prevenire l’esasperazione che li ha spinti a scrivere ai giornali sul tormento del rumore notturno da motocicli. Unisco alla loro esasperazione la mia frustrazione per non esser riuscita –in due mesi- ad ottenere risposta dalle autorità competenti, specificamente dal Comandante della Polizia Municipale di Bordighera, e dal Sindaco e Vicesindaco, entrambi sempre in copia nelle mie mail al Comandante.

Ho iniziato le indagini e richieste alle autorità il 5 aprile presso i carabinieri. Ho appreso che si ha a che fare con un gruppo di ragazzi che, allontanato ripetutamente dalla zona del porto, ha eletto come nuovo luogo di ritrovo la zona del Belvedere sulla via dei Colli. Da lì i ragazzi si divertono con i loro motocicli a percorrere ripetutamente l’anello via dei Colli, Coggiola, e via Romana, facendo tutto il rumore che li soddisfa. Le lamentele che avevo ricevuto provenivano infatti da residenti della via Romana.

Ritenendo necessari non solo controlli, ma un intervento che provasse ad interrompere il nuovo abuso, il 16 aprile proposi per scritto al Comandante della Polizia Municipale di porre almeno un divieto di sosta per i motocicli sulla piazzetta del Belvedere del Carillon dalle 20 alle 8. Questo avrebbe dato uno strumento ai carabinieri per interrompere le attuali perniciose abitudini.

Ancora senza risposta il 5 maggio, chiesi un appuntamento con il Comandante, che mi fu concesso per il 9 maggio. Il Comandante mi comunicò che la decisione sul da farsi spettava al Sindaco, che era stato messo al corrente del problema e della mia proposta, ma che non si era ancora espresso. Qualche settimana dopo cercai di nuovo il Comandante che tuttavia era in vacanza.

Questi ragazzi poco educati che disturbano la quiete notturna mettono a repentaglio la salute delle persone. E poiché il problema è cronico, mettono a repentaglio il buon nome di Bordighera. E’ necessario intervenire in modo drastico, e da Consigliera di minoranza che non può decidere nulla mi farò comunque portavoce ancora una volta, sperando che l’aggiunta della denuncia dei residenti ai giornali faccia finalmente percepire alle autorità competenti quanto serio è il problema» – afferma Mara Lorenzi per Civicamente Bordighera.