Imperia, Claudio Scajola sul “Brancaccio” di Toti: «Non mi pare un evento appropriato»

Il sindaco del capoluogo su "Il Tempo" stronca l'iniziativa del governatore in programma il 6 luglio

Imperia. il sindaco del capoluogo Claudio Scajola in una intervista rilasciata a “Il Tempo” di Roma pubblicata nell’edizione di oggi stronca senza mezzi termini l’iniziativa politica del governatore della Regione Giovanni Toti in programma il 6 luglio al teatro “Brancaccio” di Roma.

«Non mi pare un evento appropriato» dichiara, infatti,  Scajola.

Il sindaco di Imperia di riferisce al varo di “L’Italia in crescita”, la “cosa” totiana che da movimento sembra essersi trasformata in una mozione dopo la nomina a coordinatore di  Giovanni Toti a coordinatore di Forza Italia in tandem con Mara Carfagna, passaggio che è stato inteso come preliminare alle Primarie del partito azzurro che vedranno di fronte i due “prescelti” da Silvio Berlusconi.

«La scossa è necessaria –  precisa al proposito del rilancio del partito Scajola ne ho parlato anche con Berlusconi qualche tempo fa però c’è qualcosa che non torna. Mi pare che il presidente Berlusconi abbia detto a Toti-Carfagna “trovate un modello per rilanciare Forza Italia non “gareggiate tra di voi “. E invece mi pare che stia passando il secondo messaggio. C’è bisogno di condivisione e unità».

Ieri era in programma un vertice istituzionale tra Scajola e Toti su questioni amministrative, ma è saltato a causa degli impegni del governatore in coincidenza con la posa della prima pietra del Ponte Morandi a Genova.

Intanto si profila un altro derby nella famiglia Scajola: il nipote di Claudio, l’assessore regionale Marco fedelissimo di Toti, infatti, è referente di “Italia in crescita” per la provincia di Imperia.