Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Situazione spiagge, la posizione del candidato sindaco Giorgio Tubere e della lista Città Bene Comune

«Alla luce degli ultimi avvenimenti la nostra formazione politica ribadisce l'urgenza di opere necessarie per prevenire e di conseguenza evitare disservizi che costantemente si ripetono con l'avvicinarsi della stagione balneare»

Sanremo. “La protezione del territorio, il contrasto al dissesto idrogeologico sulla costa e nell’interno (particolarmente allarmante per i frequenti episodi di fragilità in zona Tre Ponti, La Vesca, oltre che per le continue segnalazioni nella parte alta della Pigna), la difesa delle spiagge e degli arenili, prima di tutto necessaria per evitare pericoli alle persone ed anche per il miglioramento della nostra capacità di accoglienza, sono ambiti importanti per la creazione di lavoro e per la migliore fruibilità delle nostre risorse ambientali”. Queste poche righe sintetizzano la posizione del candidato a sindaco della lista “Città Bene Comune”, Giorgio Tubere.

Alla luce degli ultimi avvenimenti la nostra formazione politica ribadisce l’urgenza di opere necessarie per prevenire – e di conseguenza evitare – disservizi che costantemente si ripetono con l’avvicinarsi della stagione balneare. La cura del territorio significa anche turismo e capacità di investire nella bellezza del territorio. Piuttosto che perseguire progetti di speculazione a ridosso della nostra costa invitiamo l’amministrazione del sindaco Alberto Biancheri a concentrarsi maggiormente su opere meno faraoniche ma decisamente più efficaci.

Concludono - Nello specifico, invece di impegnare per 15milioni le casse comunali per la costruzione (a ridosso del mare) di un palazzetto dello sport di scarsa utilità (vedi le dimensioni della piscina), evidenziamo come, con una cifra pari a un terzo della spesa, si sarebbero potuto mettere in sicurezza tutte le nostre spiagge. Con il resto dei soldi stanziati si sarebbe potuto adeguare il mercato dei fiori in valle Armea a palazzetto dello sport, struttura che, oltre ad avere una disponibilità di parcheggi molto più ampia, si trova vicina ad Aurelia Bis e autostrada ed è più facilmente raggiungibile rispetto ad una struttura ubicata a Pian di Poma che, oltre a togliere potenziali parcheggi, andrebbe a congestionare il traffico nel ponente della città”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.