Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Sanremo, Peppe Voltarelli incontra i ragazzi del liceo Cassini

Ultimo appuntamento del "Progetto con le scuole 2019"

Sanremo. Quarto e ultimo appuntamento per le attività con le scuole organizzate dal Club Tenco. Un incontro speciale per il liceo Cassini è previsto per venerdì 3 maggio, con Peppe Voltarelli su La canzone italiana all’estero. Il cantante sarà alle 11 presso la sede del club.

Peppe Voltarelli è tra i cantautori italiani che si è esibito più spesso al di fuori dell’Italia. E’ quindi la persona adatta a spiegare come viene percepita la canzone italiana, in particolare quella dei cantautori, all’estero. Nell’incontro con i ragazzi racconterà le sue esperienze, intervallando la narrazione a momenti musicali.

Peppe Voltarelli è stato fondatore del Parto delle Nuvole Pesanti, formazione con la quale dal 1991 al 2005 ha registrato nove album, partecipato al Premio Tenco (1998 – 2000 – 2001) e al Concerto del Primo Maggio a Roma (1999 – 2005). Dopo aver lasciato il gruppo, il primo lavoro è il film La vera leggenda di Tony Vilar, di cui è protagonista e autore della colonna sonora: un road movie che racconta l’epopea degli italiani d’America, seguendo le tracce di un cantante italiano famoso in Argentina negli anni sessanta e ormai sparito dalle scene. La storia, che si svolge tra Buenos Aires e New York, rappresenta il primo caso di mockumentary (falso documentario) italiano.

Il primo album solista “Distratto ma però”, che entra nella cinquina dei finalisti per la Targa Tenco 2007 riservata alle opere prime, viene inserito nella colonna sonora del film “Fuga dal call center”, che partecipa al Festival Internazionale del cinema di Karlovy Vary nella Repubblica Ceca. Il disco viene distribuito in Argentina e la tournée di presentazione tocca Canada, Stati Uniti e Messico.

Il disco “Duisburg Nantes Praga – Il bootleg live” è un lavoro di denuncia contro la mafia, registrato dal vivo nel corso del tour europeo del 2008. Voltarelli partecipa a tre edizioni consecutive del Concerto del Primo Maggio a Roma (2009, 2010 e 2011). Sul palco con Alfio Antico, i Lautari e la Bandabardò. Compone le musiche per l’opera teatrale Medea e la luna, tratta da Lunga notte di Medea di Corrado Alvaro e messa in scena da Giancarlo Cauteruccio.

“Ultima notte a Malà Strana”, il secondo album, viene presentato in anteprima a Parigi, si aggiudica la Targa Tenco 2010 come miglior album in dialetto, primo disco in calabrese a ricevere tale onorificenza. Seguono una tournée in Messico, Argentina, Canada.

Nel 2011 firma la colonna sonora originale di Tatanka di Giuseppe Gagliardi, film tratto da un racconto di Roberto Saviano e partecipa al Luminato Festival di Toronto, e alle Francofolies di Montreal, insieme al gruppo fiorentino Bandabardò. Partecipa alla 36a edizione del Premio Tenco 2012 con il ruolo del “tappabuchi intrattenitore”, durante i cambi palco degli artisti.

La canzone Onda Calabra, scritta per il documentario Doichlanda di Giuseppe Gagliardi, viene usata in forma di parodia nel film di Giulio Manfredonia dal titolo Qualunquemente con protagonista Antonio Albanese. A seguito di una lettera aperta ad Albanese, Voltarelli fa nascere una diatriba, rivendicando Onda Calabra come canzone di passione ed emigrazione e, quindi, non in linea con l’utilizzo che ne viene fatto nel film di Manfredonia.

A Novembre 2011 debutta, alla Galleria Toledo di Napoli, lo spettacolo Il viaggio, i padri l’appartenenza, monologo di teatro – canzone. Realizza la colonna sonora di Aspromonte, commedia di Hedy Krissane con Franco Neri. Con lo spettacolo Voci, italiani d’esportazione, insieme alle cantautrici Roberta Carrieri e Gabriella Grasso, partecipa al Festival Avignon Off 2012, con una residenza teatrale di ventuno giorni al Theatre des vents.

Nel 2012 concerti a Buenos Aires, New York, Portland, Seattle, Los Angeles, Bruxelles, Barcellona, Colonia e Lussemburgo. Ospite del Canzoniere Grecanico Salentino al concerto che si tiene al Joe’s Pub di New York nel Giugno 2013. Jon Pareles dedica un articolo alla serata, sulle pagine del New York Times del 28 Giugno. Partecipa al Montreal International Jazz Festival 2013 con due concerti al Savoy du Metropolis.

Lamentarsi come ipotesi (OtrLive – Universal 2014) è il suo terzo album di inediti in studio.
Il Caciocavallo di Bronzo è il suo primo romanzo (“cantato e suonato”) pubblicato da Stampa Alternativa. L’appuntamento per i ragazzi è alle 11 nella sede del Club Tenco.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.