Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Sanremo Libera e la politica del territorio: «Necessario rendere la città più vivibile»

«Tutto ciò significa rivedere il piano viabilistico, nonché un riesame e un attento monitoraggio del piano regolatore vigente»

Sanremo. Sanremo Libera e la politica del territorio:

«Vivere bene il territorio significa vivere meglio. Per vivere meglio il territorio è necessario riportare la Città a dimensione umana, garantendo una maggior “vivibilità” della città stessa, cercando di:
Rendere più accettabile la viabilità, rendere la città ai ciclisti e ai pedoni, rendere la città ai bambini e agli anziani, rendere la città ai diversamente abili, rendere la città più semplice ai “forestieri”, rendere la città più “bella”, rendere la città più “pulita”, rendere la città ai “Cittadini”.

Tutto ciò significa rivedere il piano viabilistico, nonché un riesame e un attento monitoraggio del piano regolatore vigente. E’ assolutamente necessario che vengano valorizzate o create nuove strutture che garantiscano una tranquilla e piacevole permanenza ad anziani, bambini e mamme che desiderino passare del tempo libero in Parchi Giochi che, secondo la tradizione dei maggiori Paesi europei, devono cambiare “faccia”.

Il Parco deve garantire ai bambini giochi sicuri, nuovi e divertenti (assicurando naturalmente la corretta e puntuale manutenzione) contemplando anche aree di ritrovo per gli anziani che siano più adeguate e confortevoli.
Sarà cura di questa Amministrazione mantenere l’abbattimento delle barriere architettoniche, garantendo accessi facilitati agli edifici pubblici, nonché nelle maggiori vie cittadine, con l’obiettivo di coprire a poco a poco tutto il territorio.

Dare continuità ai marciapiedi e inserire panchine, restituendo la città ai pedoni. Garantire e potenziare l’illuminazione urbana; assicurare un’attenta e tempestiva manutenzione delle strade, marciapiedi e luoghi pubblici, al fine di garantire anche una viabilità e pedonabilità più sicura.

Sempre rifacendosi alle tradizioni dei principali Paesi europei, sarebbe ora che anche in Italia girare per le vie di una città diventi cosa agevole per tutti, anche per coloro che non conoscono a fondo la città. Questo è possibile mediante l’installazione di segnaletica viaria, chiara e visibile, posta non più in angoli bui a ridosso di muri su targhe spesso non più leggibili, ma ai bordi delle strade su cartelli colorati e ben visibili.

Ciò dovrebbe consentire a chiunque di raggiungere facilmente qualunque edificio pubblico, come ad esempio, le strutture comunali (Municipio, Biblioteca, Comando dei Vigili, Auditorium, Piscina comunale, Scuole, eccetera).
Provvederemo a garantire una certa continuità di “armonia” del paesaggio.

Armonia che si deve garantire anche nelle strade curando non solo la “faccia ta” ma anche il contesto (Vie, strade, marciapiedi, spazi verdi, arredo urbano, eccetera). E’ di fondamentale importanza il recupero di edifici vecchi e di aree dismesse per restituire alla città il dovuto decoro, oltre al recupero di spazi riutilizzabili senza dover ricorrere a consumi di territorio per la nuova urbanizzazione.

Tutto ciò compatibilmente e nell’ambito di eventuali varianti al Piano Regolatore ereditato. Si potrebbero bandire dei concorsi tra gli studenti di Architettura di Genova per un ridisegno dell’arredo urbano che renda più gradevole e funzionale il centro cittadino, legando naturalmente la fattibilità economica alle disponibilità dell’amministrazione e alle priorità da gestire. Chiaramente diventa prioritario garantire la qualità dell’ambiente dove la comunità vive, che per noi costituisce un obbiettivo fondamentale e non negoziabile».

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.