Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Primo giorno dell’Europeo 470 a Marina degli Aregai, Sanremo non delude foto

Gli 111 equipaggi, suddivisi in due flotte per gli uomini e una sola flotta per le donne sono usciti regolarmente in mare per la prima prova

Santo Stefano al Mare. Non si poteva sperare di meglio per la prima giornata di regate del Campionato Europeo della classe olimpica 470, che si svolge, nelle acque di prospicienti il Marina degli Aregai con l’organizzazione dello Yacht Club Sanremo. Cielo blu, sole e un vento da levante superiore ai 15 nodi hanno confermato che il Golfo di Sanremo è una delle location migliori per la vela agonistica, in Italia e non solo.

Gli 111 equipaggi, suddivisi in due flotte (blu e giallo) per gli uomini e una sola flotta per le donne sono usciti regolarmente in mare per la prima prova in programma per le 12.

Dopo un’attesa di quasi due ore, per dare modo al vento di stabilizzarsi per direzione e intensità, il Comitato di Regata internazionale presieduto dall’italiano Dodi Villani ha dato il via al Campionato con il segnale di partenza della flotta femminile, seguita a breve dai due gruppi maschili. Per la prima prova, complice il vento intenso il comitato ha optato per una partenza con bandiera nera, che implica una squalifica in caso di start anticipato, squalifica in cui sono incappati alcuni team sia femminili che maschili. Le partenze successive, invece, si sono svolte regolarmente e senza penalità alcuna.

Grazie alle ottime condizioni si sono potute disputare tre regate, al termine delle quali ha cominciato a delinearsi una classifica provvisoria interessante sia per il campionato Open che per la graduatoria riservata ai soli equipaggi europei.

Fra le donne le britanniche Hannah Mills e Eilidh McIntyre, grazie a due primi posti parziali guidano sulle israeliane Gil Cohen e Noa Lasry, pure protagoniste di una vittoria e alle francesi Camille Lecointre e Aloise Retornaz. Interessante notare che i primi dieci equipaggi femminili, su quaranta, provengono dal vecchio continente, mentre il primo team extra europeo è quello formato dalle australiane Nia Jeerwood e Monique Devries. Non brillanti oggi le forti cinesi Mengxi Wei e Haiyan Gao, evidentemente non completamente a loro agio nelle condizioni di vento teso. Migliori delle italiane Elena Berta e Bianca Caruso, che sono purtroppo incappate in una penalità per partenza anticipata nella prima regata del giorno, ma che nelle successive si sono mantenute nelle prime dieci posizioni e sono dodicesime overall (undicesime delle europee) con un punto di vantaggio sulle altre italiane Benedetta di Salle e Alessandra Dubbini.

Fra gli uomini i campionissimi australiani Mathew Belcher e Will Ryan hanno ottenuto punteggio pieno, con tre primi parziali. Ma alle loro spalle, i velisti europei sono stati protagonisti, con gli austriaci David Bargher e Lukas Mahr che sopravanzano gli spagnoli Jordi Xammar e Nicolas Rodriguez e i greci Panagiotis Mantis e Pavlos Kagialis, mentre i campioni in carica, gli svedesi Anton Dahlberg e Fredrik Bergstrom chiudono la prima giornata in sesta piazza. I genovesi Matteo Capurro e Matteo Puppo sono undicesimi degli europei, ma sono stati protagonisti di piazzamenti molto regolari, con un sesto, un settimo e un ottavo.

«E’ stata una giornata sicuramente positiva, bellissime condizioni anche perché le previsioni erano incerte e sicuramente con meno aria, in realtà è uscita una giornata bellissima con il tipico levante di queste zone e direi che abbiamo interpretato bene il campo e la velocità è stata sempre abbastanza buona anche se qualche errore lo abbiamo commesso, è un buon inizio anche se ci sono ancora tante giornate di regata ma la strada per adesso è quella giusta» – ha dichiarato il timoniere Matteo Capurro, mentre il suo prodiere Matteo Puppo ha spiegato: «Sicuramente la flotta è di altissimo livello, praticamente identica alla tappa di World Cup Series di Genova, siamo solo al primo giorno e vedremo come arriveremo in fondo, oggi abbiamo finalmente trovato le nostre condizioni considerata anche la nostra stazza». Quattordicesimi gli altri italiani Giacomo Ferrari e Giulio Calabrò.

Domani le previsioni meteo parlano di un vento da sud-ovest intorno agli 8/10 nodi in mattinata, che dovrebbe andare aumentare nel pomeriggio. Primo start previsto per le ore 11, con l’intenzione da parte del Comitato di far disputare tre prove.

Le classifiche sono disponibili sul sito ufficiale dell’evento www.2019europeans.470.org, dove si potranno trovare anche notizie, e immagini fotografiche.

Il calendario dell’Europeo consiste di una serie di prove di flotta e di una finale, la cosiddetta medal race, purché siano state portate a termine almeno cinque manche di qualifica, a cui accendono i primi dieci della classifica e che si svolgeranno martedì 14 maggio. Gli equipaggi non europei possono prendere parte ma non concorrono per il titolo di campione continentale.

L’organizzazione del Campionato Europeo 470 è stata possibile grazie all’indispensabile supporto dato dalla Marina degli Aregai e dal Marina degli Aregai hotel & resort del Gruppo Cozzi Parodi, dalla partecipazione della Regione Liguria, e dagli sponsor istituzionali dello Yacht Club Sanremo: l’Hotel Royal, Abate Gioielli e Portosole Sanremo.

La tradizione delle regate veliche a Sanremo risale ai primi del ‘900, sebbene la costituzione della Compagnia della Vela avvenne solo nel 1920, Sin dagli albori la Compagnia della Vela ospitò manifestazioni importanti e di alto profilo, poi nel 1930 confluì nella Lega Navale Italiana. Nel 1947 la Compagnia della Vela fu ricostituita e quasi dieci anni dopo, nel 1956, divenne Yacht Club Sanremo, pur mantenendo anche la precedente denominazione.

Nel 1953 la Compagnia della Vela ha contribuito alla nascita della regata della Giraglia, diventata una classica della vela d’altura in Mediterraneo. Con il passare degli anni l’attività si è progressivamente spostata dalle derive alle regate d’altura per cui, dal 1981, è stato avviato il Campionato Invernale West Liguria per le classi d’altura, Oltre a queste manifestazioni classiche lo Yacht Club ha sempre organizzato Campionati Mondiali, Europei e Italiani che hanno fatto la storia della vela nazionale.

La sede dello Yacht Club, completa di banchine per l’ormeggio dei soci, una zona tecnica e aree ricreative, si trova sul Molo Nord di Porto Vecchio a due passi dal centro storico cittadino, dove trovano posto anche gli uffici e il ristorante.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.