Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Le considerazioni di Mara Lorenzi (Civicamente Bordighera) a sostegno della costruzione di un ospedale nuovo

«Ospedale nuovo e non unico, perché nuovo e ciò che conta» dichiara Mara Lorenzi

Bordighera. «Leggo che Potere al Popolo e Rifondazione Comunista hanno organizzato per i prossimi giorni raccolte di firme contro “l’Ospedale Unico Provinciale” (e altre proposte relative ad Imperia), e sono certa che hanno fornito rilevanti motivazioni. Per dare ai cittadini una prospettiva allargata, mi permetto di riproporre alcune considerazioni a sostegno della costruzione di un Ospedale Nuovo nella nostra Provincia» scrive Mara Lorenzi per Civicamente Bordighera

«Ospedale Nuovo e non Unico, perché  Nuovo e ciò che conta. Una costruzione contemporanea e un’ubicazione strategica per garantire sicurezza e accesso, ottimizzare le cure intensive e le interazioni tra reparti, facilitare il flusso di informazione
e il lavoro del personale, limitare le complicanze da ricovero frequenti negli anziani, ospitare i pazienti in ambienti confortevoli che includono spazi esterni verdi e rilassanti. La medicina si e’ evoluta in modo dirompente da quando sono stati costruiti gli ospedali della nostra zona. Insistere nel privilegiare le vecchie costruzioni e’ come insistere nell’usare oggi un computer del 1999 che non puo’ leggere le nuove generazioni di software. Come attrarre a lavorare con un computer del 1999 i giovani colleghi cresciuti con i computers del presente e pronti per i computers del futuro?

Ospedale Nuovo e non Unico, perche’ un territorio difficile da percorrere come il nostro ha bisogno di presidi diffusi. Nell’interesse sia della buona medicina che delle finanze pubbliche, i presidi eviteranno di duplicare o triplicare tutta la gamma di servizi, ma saranno strutturati per fornire complementarita’ all’Ospedale Nuovo. Mi piace pensare all’Ospedale Nuovo ad Arma di Taggia, che diventera’ l’Ospedale per Sanremo; all’Ospedale di Bordighera che, gestito da privati per scelta della Regione ma convenzionato, offrira’ un presidio ad Ovest attraverso servizi di base incluso un Pronto Soccorso e, speriamo, un’eccellenza Ortopedica; e all’Ospedale di Imperia che diventera’ il presidio sul territorio ad Est in connessione capillare con l’Ospedale Nuovo.

Da medico, da cittadina, da consigliera comunale, non ho mai smesso di sollecitare l’ASL1 e la Regione Liguria a dotare il Ponente ligure di un Ospedale Nuovo. Nel febbraio 2019 i Sindaci del Ponente Ligure hanno chiesto all’unanimita’ all’assessore
regionale alla Sanita’ Sonia Viale di “andare avanti” con il progetto dell’Ospedale Nuovo. L’assessore Viale si e’ impegnata a trovare fondi pubblici a breve termine per farlo succedere. Questa e’ un’opportunita’ da perseguire, pur approfondendo il confronto sui caveat. Le iniziative dei cittadini oggi dovrebbero essere indirizzate a far pressione sulla Regione perche’ vengano stanziati fondi per costruire l’Ospedale Nuovo e potenziare la viabilita’ nel Ponente ligure. Due investimenti dovuti da tempo e davvero trasformativi a lungo termine».

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.