Imperia, spacciano per buoni asfalti “taroccati” a processo sodalizio britannico

I fatti a Sanremo risalgono al 2012, episodi in tutta Italia

Imperia.  Proponevano il rifacimento dei manti stradali a prezzo  supercompetitivo invece si trattava di bitume di scarsissima qualità che si sfaldava ai primi passaggi di veicoli e con le prime piogge.  Si è aperto stamattina a Palazzo di giustizia a Imperia il processo ai presunti responsabili, tutti di nazionalità britannica.

A sostenere l’accusa davanti al giudice Antonio Romano il pubblico ministero Andrea Pomes.

L’impresa di asfalti pur risultando, poi, fittizia ha mietuto vittime un po’ in tutta Italia, in particolare piccoli consorzi  di strade strade interpoderali o di zone periferiche della città.

A cadere nella rete anche un consorzio dell’immediato entroterra di Sanremo.

I fatti risalgono al 2012, quindi, il reato 2012 (truffa semplice) è a rischio prescrizione.