Imperia, minacce alla barista: processo si chiude per ritiro di querela

Non si procede nei confronti di Antonio Raguseo difeso dall'avvocato Alberto Pezzini

Imperia. «Ti uccido, ti spacco le ossa», Antonio Raguseo in un bar di Riva Ligure al culmine di una lite con la convivente si era rivolto alla barista che aveva invitato i due alla calma minacciandola pesantemente di morte.

Intervenuti i carabinieri avevano denunciato l’uomo.

Stamattina in tribunale davanti al giudice monocratico Alice Serra, però, la vicenda si è chiusa con il rifiuto della parte offesa di procedere in ossequio alla recente revisione legislativa che in caso di minaccia grave prevede che ci sia la querela da parte della vittima.

Antonio Raguseo dall’avvocato Alberto Pezzini.