Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Differenziata a Sanremo, la ricetta di Tommasini: «Basta spazzatura in strada, conferimento 24 ore su 24» foto

E' uno dei punti cardine del suo programma elettorale

Sanremo. «La città spesso appare sporca e trasandata». A dirlo è Alessandro Mager, avvocato sanremese tra i fondatori del Gruppo dei 100. Il tema è quello dei rifiuti e della raccolta porta a porta, sul quale il candidato sindaco del centrodestra, Sergio Tommasini, ha le idee ben chiare, considerandolo uno dei punti cardine del suo programma elettorale.

riviera24 - Sergio Tommasini

«Non voglio più vedere sacchetti per strada. Il cittadino deve aver la possibilità di conferire rifugi quando vuole, su tutte le 24 ore – spiega l’aspirante primo cittadino, che aggiunge – Il costo della tassa sui rifiuti e aumentato molto da quando c’è il porta a porta, paghiamo il quadruplo che a Barcellona e altre città turistiche come Copenhagen e Ibiza. La differenziata va fatta per legge e si può far risparmiando rimodulando il sistema guardando alle già citate città.

Bisogna avere dei contenitori intelligenti, da 5 a 10 metri cubi, interrati, seminterrati o esterni. Devono essere videosorvegliati, utilizzabili tramite scheda magnetica. Devono essere multati i trasgressori e si deve arrivare al sistema di tariffazione puntuale. Amaie Energia rimane il soggetto responsabile e deve essere riorganizzata, niente licenziamenti ma riorganizzazione».

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.