Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Condannato in USA per riciclaggio, frode e furto, ricercato dall’Interpol: lo arresta la polizia a Ventimiglia

Gli agenti lo hanno condotto nella Casa Circondariale di Imperia

Più informazioni su

Ventimiglia. La Polizia di Stato ha arrestato nella città di confine un uomo di nazionalità belga, sul quale pendeva da anni un mandato di ricerca in campo internazionale per essere estradato negli Stati Uniti d’America.

Nel 2011 il Tribunale Distrettuale dello Stato di New York aveva emesso a suo carico un mandato di cattura per riciclaggio, frode, reati finanziari e furto. L’azione info-investigativa degli agenti del Commissariato di Pubblica Sicurezza ha colto nel segno. L’uomo, intercettato in una struttura alberghiera periferica della città, sembra
sia stato tradito dalla sua passione per i motori; pare infatti che sia transitato da Ventimiglia con l’intenzione di recarsi nel vicino Principato di Monaco per assistere al gran premio automobilistico di formula 1.

I poliziotti hanno dovuto lavorare lungamente per accertare l’esatta corrispondenza della sua identità con quella dell’uomo ricercato dall’Interpol, ma alla fine tutti i riscontri sono risultati positivi e congruenti. La pena prevista dal codice penale degli U.S.A. per i reati a lui imputati arriva a 20 anni di reclusione.

Il 48enne ha commesso i crimini nel Paese d’oltreoceano, tra il 2004 e il 2010, con la complicità di altre persone, sviluppando un sistema tanto ingegnoso quanto lucroso per truffare importanti aziende produttrici di costose componenti per velivoli e intascare diversi milioni di dollari.

Il meccanismo criminale ideato gli aveva consentito infatti di ottenere consistenti forniture, per un totale di circa 8 milioni di dollari e di dilazionare il corrispondente pagamento rivendendo nel frattempo le preziose componenti aeree ricevute in consegna ad imprese del settore, in tutti gli Stati Uniti e in altri Paesi. L’enorme cifra di denaro era stata poi trasferita con articolati passaggi bancari sul suo conto personale e su quelli di familiari e complici.

Gli agenti del Commissariato di Polizia hanno condotto l’arrestato nella Casa Circondariale di Imperia dove rimarrà, a disposizione dei Magistrati, in attesa della sua estradizione negli Stati Uniti d’America.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.