Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Caso Rivieracqua, Sanremo Attiva: «Stiamo con i sindaci che vogliono risanare la partecipata»

«Al fine di farla diventare una società efficiente e virtuosa»

Più informazioni su

Sanremo. «Apprendiamo dagli organi di stampa le risultanze della mancata conferenza dei Sindaci di questa mattina relativa alla gestione del Servizio Idrico Integrato e dell’assemblea dei soci di Rivieracqua svoltasi, invece, regolarmente. Duole constatare due aspetti molto gravi – scrive il gruppo consiliare della lista civica Sanremo Attiva. 

Il primo relativo alla mancanza del numero legale necessario per lo svolgimento della conferenza dei Sindaci, segno di un totale disinteresse per la cosa pubblica da parte di metà dei primi cittadini dei comuni facenti parte dell’ATO idrico Ovest di Imperia e la mancanza di rispetto nei confronti dei loro colleghi intervenuti regolarmente. Il secondo relativo alla lettera inviata dal Sindaco di Imperia, il quale insiste con pervicacia nel tentativo di affossare la gestione pubblica del servizio idrico fornendo motivazioni paradossali. E’ infatti perlomeno curioso che nella sua missiva sostenga che “Un subentro nella gestione AMAT
successivo all’esecuzione del piano concordatario […] avrebbe effetti gravemente pregiudizievoli per AMAT”, in parole povere: il fatto di risanare Rivieracqua dal punto di vista economico finanziario e poi acquisire AMAT sarebbe deleterio per AMAT!

Concludono dicendo – Vorremmo inoltre che si riflettesse sul fatto che le lamentazioni provengono dal Sindaco il cui comune è socio di maggioranza dell’azienda della sua città e in questi anni è stato incapace di fare il socio di maggioranza di AMAT, rischiando ora il dissesto a causa dei crediti nei suoi confronti e per risolvere il problema non trova niente di meglio che scaricare i propri fallimenti sui contribuenti. Le amministrazioni comunali di Sanremo, Taggia, Riva Ligure, Santo Stefano, Diano Marina (solo per citarne alcune) stanno continuando con tenacia a difendere la gestione pubblica del servizio in ottemperanza sia della volontà popolare espressa con il referendum del 2011 sia della volontà dei Sindaci della provincia di Imperia che nel 2012 hanno statuito la forma di gestione completamente pubblica. Sanremo Attiva si schiera con il Sindaco di Sanremo Biancheri e con gli altri Sindaci che vogliono risanare Rivieracqua e farla diventare una società efficiente e virtuosa».

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.