Oasi protetta

Camporosso, sversamento di gasolio nel torrente Nervia fotogallery

Sul posto i vigili del fuoco del distaccamento di Ventimiglia

Camporosso. Sversamento di gasolio nel torrente Nervia. Nel pomeriggio di oggi le acque del torrente, la cui foce è oasi protetta per la presenza di specie animali e vegetali, sono state inquinate da una copiosa perdita di idrocarburi. Alcuni fruitori della ciclovia Pelagos che attraversa l’area, hanno avvisato i vigili del fuoco per il forte odore di gasolio e per le chiazze oleose che si vedevano galleggiare sull’acqua.

Sul posto sono accorsi gli uomini del distaccamento di Ventimiglia che hanno effettuato un accurato sopralluogo sulle sponde del torrente, cercando di scoprire in che punto il gasolio si riversasse nel fiume. Avvisati anche i tecnici dell’Arpal, che compiranno analisi sulle acque.

Al momento le ipotesi sono diverse: il gasolio potrebbe provenire dalla perdita della cisterna di un condominio, oppure potrebbe trattarsi di un gesto doloso, con l’immissione del liquido inquinante in qualche tombino. Non si esclude nemmeno, vista la quantità di gasolio finito nel torrente, che possa derivare da qualche stabilimento industriale, sito anche a centinaia di metri dalla foce.

 

leggi anche
Camporosso sversamento gasolio
Emergenza ambientale
Camporosso, sversamento di gasolio nel torrente Nervia. Controllati tombini e capannoni industriali
Camporosso sversamento gasolio
Camporosso
Sversamento di gasolio nel Nervia causato da lavaggio cisterna. Aperto fascicolo in Procura per inquinamento ambientale
Camporosso sversamento gasolio
Aggiornamenti
Camporosso, venti sospettati per l’inquinamento del torrente Nervia
commenta