Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Ventimiglia, alla scuola media “Cavour” di Roverino due giorni dedicati alla musica foto

Mercoledì 3 e giovedì 4 aprile l'edificio scolastico ha ospitato l’artista napoletano Maurizio Capone della band “Bungt Bangt”

Ventimiglia. Ancora un ospite d’eccezione alla scuola media Cavour di Roverino: infatti nei giorni 3 e 4 aprile la scuola ha ospitato l’artista napoletano Maurizio Capone della band “Bungt Bangt”. Anche questa manifestazione rientra nel Progetto Legalità dell’Istituto Comprensivo “Cavour” di Ventimiglia” diretto dalla dirigente scolastica dottoressa Antonella Costanza.

Maurizio Capone fa parte dell’Associazione “Musica contro le Mafie” della rete di Libera che da anni, attraverso la musica e i musicisti, porta avanti un impegno non solo “contro” e mafie, la corruzione, i fenomeni di criminalità e chi li alimenta, ma profondamente “per”: per la giustizia sociale, per la ricerca di verità, per la tutela dei diritti, per una politica trasparente, per una legalità democratica fondata sull’uguaglianza, per una memoria viva e condivisa, per una cittadinanza attiva e responsabile. “Musica contro le Mafie” promuove, sviluppa e diffonde la cultura della “legalità” attraverso attività legate al mondo dello spettacolo e degli artisti che operano in tutto il mondo. Promuove iniziative culturali tese a rafforzare una coscienza civile e democratica mediante ogni attività utile a sviluppare una reale conoscenza del fenomeno mafioso. (fonte: www.musicacontrolemafie.it)

La manifestazione, che ha riscosso molto successo tra i giovani partecipanti, è stata promossa e realizzata anche grazie al sostegno del CESPIM. La musica, grande strumento di divulgazione e condivisione di messaggi, è stata protagonista in questa due giorni di incontri durante i quali si sono toccati anche temi importanti e seri come, appunto, la lotta alla criminalità organizzata e la diffusione della cultura della legalità. Maurizio Capone, grande mattatore, ha piacevolmente coinvolto gli studenti con la sua musica e con il racconto delle sue esperienze di vita. L’arte di Capone nasce come risposta all’emergenza rifiuti della Campania e si sviluppa trasformando le cose povere e senza valore, che sarebbero destinate ai cassonetti, in splendidi strumenti musicali di grande valore. In questa occasione Capone è stato anche promoter del libro “Change your step 100 artisti. Le parole del cambiamento” un libro cross-mediale, innovativo e anche socialmente utile, che raccoglie i contributi di 100 artisti del panorama nazionale musicale. I 100 brani musicali selezionati sono in grado di tenere viva la
memoria, trasformandola in strumento di impegno, di lotta, di cittadinanza attiva, critica e responsabile. (fonte: www.musicacontrolemafie.it)

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.