Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Tutti i big delle storiche si danno appuntamento a Sanremo

Sono 81 gli equipaggi storici, fra rally e regolarità che si sfideranno sulle strade sanremesi alla caccia del 34° Sanremo Rally Storico e della 33° Coppa dei Fiori. Al via anche due Lancia Stratos

Sanremo. Ci sono tutti, nessuno escluso. Sono gli equipaggi delle storiche che prenderanno parte al 34° Sanremo Rally Storico in programma sulle strade dell’entroterra del Ponente Ligure.

A guidare la fila di 51 equipaggi iscritti alla gara sono Lucio Da Zanche, affiancato da Daniele De Luis, che con la sua Porsche 911 SC Gruppo B appena allestita darà l’assalto a quella quarta vittoria nella Città dei Fiori che lo porrebbe in cima alla graduatoria dei piloti più vincenti nel Sanremo Storico. Non avrà vita facile vista la concorrenza di “Lucky”- Fabrizia Pons, Lancia Delta 16V, secondi lo scorso anno proprio dietro a Da Zanche, ansiosi di festeggiare nuovamente quel successo a Sanremo che ottennero nel 2017. Terzo equipaggio in gara sarà quello formato da “Totò” Riolo-Gianfranco Rappa, reduci da una perentoria vittoria nella prima gara del Campionato Italiano Rally Auto Storiche 2019 al Vallate Aretine con la Subaru Legacy.

Altro pretendente alle vittoria sarà sicuramente Elia Bossalini, con Harshana Ratnayake su Porsche 911 SRC, che cercherà di riscattare la sfortunata gara dell’anno scorso. Nelle zone alte della classifica cercheranno di inserirsi con le loro Porsche 911 SC Marco Bertinotti con Andrea Rondi e Davide Negri-Roberto Coppa, vincitori del Terzo Raggruppamento nella scorsa edizione.

In cerca di riscatto anche “Zippo”-Nicola Arena, Audi Quattro, ritirati prima del via al Vallate Aretine, mentre sotto osservazione sarà Federico Ormezzano navigato da Maurizio Torlasco, che punterà a fare bene con la BMW M3. Continua il duello interminabile nel Primo Raggruppamento fra le Porsche 911 2.0 di Antonio Parisi-Giussy D’Angelo e Marco Dell’Acqua-Alberto Galli.

Avrà il numero 2 sulle portiere, ma sarà sicuramente la regina degli scatti fotografici la Lancia Stratos di “Tony” Fassina, affiancato da Marco Verdelli, che presenta nel suo palmares la storica vittoria del Sanremo 1978 nelle mani dello stesso “Tony”. Una seconda Stratos sarà al via nelle mani del collezionista inglese Massimiliano Girardo, cui detterà le note il torinese Elio Baldi.

In gara ci sarà anche l’equipaggio femminile composto da Fiorenza Soave e Ornella Blanco Malerba, su Fiat Ritmo Abarth. Al via, come sempre, anche alcuni equipaggi stranieri, fra i quali i francesi Martinetti-Gordon (Subaru Legacy) quello tedesco-belga Schewe-Blondeel (Porsche 911 SC), gli olandesi Van Der Hoorn-Badenberg (Ford Escort RS), i britannici Lloyd-Scott (Ford Escort RS), il monegasco Silvio Perlino con la locale Serena Giuliano (Opel Kadett GT/E) lo svizzero Marco Manetti navigato dalla canavesana Silvia Bianco (Volkswagen Golf GTI) e per finire i finlandesi Kalmanletho-Hilden (Peugeot 205 GTI).

Ad aprire la carovana dei trenta partecipanti alla 33° Coppa dei Fiori di Regolarità saranno Maurizio Vellano-Giovanni Molina, che chiusero secondi con la loro Audi 80 Quattro la garadella scorsa stagione. Dovranno vedersela principalmente con Enrico Regalia-Marcello Costadoni, Lancia Delta HF 4WD, sesti lo scorso anno e Cesare Beltrand con Daniele Gilli in vettura, che lo scorso anno chiuse decimo con la sua Porsche 911. Nutrita la pattuglia svizzera composta da cinque equipaggi fra i quali Fenner-Nager su Morgan Plus 8, Roger e Rof Boeni, Morgan Plus 4, Amstutz-Baumann, Saab 96 e Bonnet-Solomatina, Alfa Romeo Giulietta TI.

Sfida incrociata al femminile con le monegasche Tiffaney e Michelle Perlino al volante dell’italianissima Lancia Fulvia, mentre le italiane Alexia Giugni-Caterina Leva parteciperanno su una Alpine A110, la regina francese dei rally. Cose d’altri tempi.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.