Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Situazione del carcere di Sanremo, il Sappe incontra Piana, Tommasini e Medlin foto

«l nostro è un sindacato autonomo che non dipende da partiti politici e che agisce in totale libertà sempre e solo nell'interesse dei colleghi» affermano i segretari Guido Pregnolato e Vincenzo Tristaino

Sanremo. Questa mattina a Sanremo una delegazione del Sappe, il sindacato autonomo di Polizia Penitenziaria, ha incontrato il presidente del consiglio regionale Alessandro Piana insieme al candidato sindaco Sergio Tommasini e al segretario cittadino della Lega Marco Medlin.

«Poche settimane fa, come sindacato più rappresentativo del Corpo, avevamo segnalato ai media locali la pericolosità di strada Armea e lo stato di abbandono in cui versa l’intera zona. Ringraziamo Alessandro Piana per la visita, da anni un amico leale di noi poliziotti penitenziari che si è sempre dimostrato sensibile alle nostre istanze e con lui oggi abbiamo potuto incontrare Sergio Tommasini che ha accolto il nostro grido d’allarme».

Vincenzo Tristaino e Guido Pregnolato, segretari del Sappe, affermano: «Il nostro è un sindacato autonomo che non dipende da partiti politici e che agisce in totale libertà sempre e solo nell’interesse dei colleghi. 5 anni fa avevamo incontrato Alberto Biancheri, purtroppo le nostre richieste di allora sono rimaste totalmente inascoltate con il conseguente peggioramento e deterioramento di tutta Valle Armea. Oggi ci siamo confrontati volentieri con Sergio Tommasini che ha sottoscritto con noi un impegno. Prima di tutto la manutenzione di strada Armea: il rifacimento del manto stradale, un impianto di illuminazione consono, una corretta segnaletica ed un sistema di videocamere di sorveglianza nei punti nevralgici della zona, visto che tutt’ora ne è totalmente sprovvista. Secondo punto un maggiore risalto e considerazione del nostro Corpo nei principali eventi del Comune di Sanremo.

Ad esempio, durante il periodo del Festival, non è più stato richiesto un nostro servizio di rappresentanza. Come ultimo punto abbiamo proposto a Tommasini e al segretario leghista Medlin di studiare una riduzione delle tariffe parcheggi per
gli appartenente alle Forze dell’Ordine che prestano servizio a Sanremo. Stimolare, così, gli agenti di polizia a raggiungere il
centro cittadino. Non esiste soluzione migliore per la sicurezza sociale che un poliziotto in giro per la città, perchè anche se fuori dal turno lavorativo, un appartenente alle Forze dell’Ordine è sempre in servizio».

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.