Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Sanremo, “Via Crucis” all’interno del Parco di Boscobello foto

Si tratta di un ambiente naturale, artistico e insieme spirituale, che si articola in una rigogliosa selva tra ulivi, eucalipti, palme e cipressi

Sanremo. Il venerdì Santo, alle 15, si terrà una “Via Crucis” meditata all’interno del Parco di Boscobello, in corso Inglesi 374, guidata da don Giuseppe Puglisi, rettore del Santuario della Madonna della Costa.

La monumentale Via Crucis in bronzo, realizzata dal maestro Enrico Manfrini e ambientata sulla collina di Boscobello dall’architetto Ernesto Brivio, è stata iniziata per volontà di Maddalena Carini e della “Famiglia dell’Ave Maria” a partire dal 1985 e ufficialmente inaugurata il 25 marzo 1990.

Si tratta di un ambiente naturale, artistico e insieme spirituale, che si articola in una rigogliosa selva tra ulivi, eucalipti, palme e cipressi. Boscobello si presenta come un sacro monte, come un luogo di riflessione e di preghiera. Il percorso ha caratteristiche tali che nessuno ne è escluso (anche i malati in carrozzina) ed è di agevole percorribilità. Inoltre consente luoghi di sosta dei pellegrini e favorisce la celebrazione della Parola di Dio.

Le stazioni sono state opportunamente distanziate tra loro, favorendone la visione graduale. La “Via Crucis” consta di sedici artistici altorilievi in bronzo dell’altezza di m. 3,20 per m. 1,60 di larghezza e 6,5 quintali di peso, rappresentanti ciascuno una “fermata” della Passione di Nostro Signore. Oltre alle 14 classiche, completano l’opera una splendida Annunciazione, all’inizio, e un Cristo Risorto slanciato verso l’alto, alla fine del percorso.

Nella sistemazione generale si è operato nel massimo rispetto dell’ambiente e del paesaggio, salvando piante e arbusti esistenti e provvedendo a migliorarlo con essenze tipiche della flora mediterranea. I materiali usati sono quelli tipici della zona, come ad esempio la pietra di Badalucco e quella di Verezzo.

La “Via Crucis” è aperta a tutti coloro che desiderano ritrovare un po’ di pace spirituale, lontano dalla vita frenetica quotidiana. Per tutto l’anno, ogni venerdì alle 15, viene guidata da un sacerdote o da un laico, attraverso meditazioni che, come ha affermato il cardinale Eduardo Pironio che l’ha benedetta nel 1990, si propongono come un percorso di rinascita spirituale “affinché quanti percorreranno in umiltà e contrizione quel sentiero, trovino pace ai propri tormenti e alle proprie ansie e si predispongano alla conversione salvifica”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.