Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Sanremo, Ingenito (Gruppo dei 100) riattacca sul Porto Vecchio: «Procedura sbagliata»

Il candidato della lista 100 per 100 Sanremo e presidente dell'ordine degli ingegneri critica l'iter della giunta Binacheri

Più informazioni su

Sanremo. Enrico Ingenito candidato della lista 100 per 100 Sanremo e presidente dell’ordine degli ingegneri si esprime in merito al progetto di riqualificazione del Porto Vecchio.

«Come presidente dell’Ordine degli Ingegneri, sono già intervenuto più di un anno fa sul progetto di riqualificazione del Porto vecchio per esprimere forte perplessità sulla procedura adottata dall’amministrazione Biancheri. Una procedura che ritenevo e ritengo sbagliata, e ciò anche alla luce dei recenti sviluppi, compreso il giudizio del TAR in relazione alla negata “sospensiva”.

Il Tar infatti, non si è espresso nel merito della procedura ma si è limitato, giustamente, ad evidenziare le ragioni per cui la procedura stessa non deve essere sospesa. Questo per un semplice motivo: a distanza di più di un anno, il Sindaco e la sua Giunta non hanno ancora di fatto scelto. A guardare i rendering sbandierati per la campagna elettorale sembrerebbe il contrario ma non è così. Vediamo perché.

Approfondisce - L’articolo 183 del D.lgs 50/2016 prescrive il termine perentorio di 90 giorni per la scelta del promotore, scelta che si concretizza nella cosi detta “manifestazione d’interesse”; un passaggio fondamentale che l’Amministrazione Biancheri non ha ancora adottato pur essendo passato più di un anno. L’Amministrazione Biancheri ha paura di scegliere e, per paura, ha scelto di non scegliere. Ha avuto paura più di un anno fa quando, nei 90 giorni prescritti dalla legge, avrebbe avuto la possibilità di manifestare l’interesse pubblico su un solo progetto senza il rischio in incorrere in ricorsi; ha paura oggi perché ha consapevolezza che la sua procedura non è corretta.

Un buon amministratore pubblico, se ritiene che sia necessario un confronto tra più promotori, prepara un bando di gara, stabilisce le regole e definisce prima i criteri di scelta, dunque, prima di ricevere i progetti. Il Sindaco ha fatto il contrario: ha trasformato arbitrariamente un’iniziativa privata in una pubblica. Prima ha accettato i progetti e poi si è dato le regole per dire quale era il più “bello”. E’ evidente che non vi sia né trasparenza né imparzialità in una procedura del genere. Le regole si fanno prima di scendere in campo!

E’ vero anche che la procedura, dopo la scelta del promotore, prevede una successiva gara pubblica, competizione nuovamente aperta a tutti gli operatori; tuttavia, non va dimenticato l’enorme vantaggio economico riservato al vincitore della prima fase. Infatti, il vincitore della prima fase, avrà comunque il riconoscimento delle elevatissime spese sostenute per la progettazione definitiva dell’opera e soprattutto avrà la prelazione sull’offerta ritenuta più vantaggiosa per l’amministrazione. Insomma, un bel regalo se la procedura non fosse corretta!

Conclude dicendo - L’Amministrazione Biancheri, a corto di argomenti ha sostenuto che la mia Lista civica ha auspicato i ricorsi. La verità è che i ricorsi erano assolutamente prevedibili, anzi certi e potevano essere evitati se non ci fosse stata inerzia prima e smania elettorale dopo da parte della Giunta. Così non è stato. Se invece l’Amministrazione Biancheri ritiene ancora oggi di aver ben operato, proceda e se ne assuma anche le responsabilità dirette, altrimenti la smetta di fare mera campagna elettorale con i progetti privati dunque non suoi.

A miglior memoria, all’Amministrazione Biancheri ricordo anche i cantieri navali proprio di Porto vecchio: tutto veniva già considerato a posto ed invece ha perso un ricorso solo la settimana scorsa. Ma non è meglio concertare, ossia accordarsi, invece che buttare via i soldi in inutili e lunghissimi contenziosi legali?»

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.