Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Sanremo, crisi dei Casinò. L’interpellanza del consigliere Lombardi (FdI). «Ha ancora senso il direttore generale da 1 milione di euro?»

Quadro generale della difficile situazione che da anni attanaglia le case da gioco: «Stabilità economica raggiunta tagliando spese dipendenti»

Sanremo. I Casinò in Italia sono sempre più in crisi, con perdite milionarie che si traducono in ripercussioni pesanti sull’economia locale e licenziamenti. In questo quadro, come si colloca la figura del direttore generale nell’organigramma del tempio del gioco? A chiederlo, al sindaco uscente Alberto Biancheri, è il consigliere comunale Luca Lombardi (FdI), che si domanda se la figura del direttore, che «tra compensi, premi di produzione e rimborsi spese varie in quattro anni è costata al Casinò di Sanremo oltre 1 milione di euro» abbia senso di continuare a esistere a fronte dei tagli sul numero di dipendenti per restare nei costi.

Lombardi fa un quadro generale della difficile situazione che da anni attanaglia le case da gioco: «In Italia i casinò stanno attraversando un periodo di profonda crisi – scrive -. La chiusura del Casinò di Campione, che si protrae ormai da 9 mesi, ha avuto pesanti ripercussioni sull’economia locale, portando alla perdita di introiti pari a più di 90 milioni di euro e di 500 posti di lavoro all’interno del Casinò oltre sull’intero indotto. Va considerata anche la grave situazione in cui versa il Casinò di Saint Vincent, cui si è cercato di far fronte con numerosi licenziamenti che hanno abbassato il livello occupazionale con una riduzione della capacità reddituale».

Sul Casinò di Sanremo il consigliere dichiara: «Nel 2018 ha perso 2 milioni di euro di introiti, derivanti soprattutto dai giochi tradizionali. La stabilità economica degli ultimi anni è stata raggiunta soprattutto grazie al sacrificio e alla riduzione del numero dei dipendenti della Casa da Gioco». Detto questo,  «considerato che il contratto del Direttore generale, come appreso dagli organi di stampa locali, è di prossima scadenza a fine aprile 2019 e sottolineato l’assenza di dichiarazioni di questa amministrazione in merito al rinnovo della figura del direttore generale e dalla sua utilità nell’organigramma aziendale; visto che tra compensi, premi di produzione e rimborsi spese varie in quattro anni la figura del Direttore generale è costata al Casinò di Sanremo oltre 1 milione di euro, chiedo al sindaco di conoscere quale sia l’indirizzo dato all’attuale consiglio di amministrazione in merito alla figura del direttore generale e se sia intenzione dello stesso Sindaco contemplare nuovamente questa figura nell’organigramma del Casinò di Sanremo».

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.