Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Approvato il bilancio, l’amministrazione Biancheri si avvia a fine mandato

Maggioranza e opposizione si confrontano sull'aumento delle entrate. Discorso del sindaco rimandato

Sanremo. Ultimo atto o quasi. Con l’approvazione del bilancio triennale di previsione (2019-20-21) la prima amministrazione guidata dal sindaco Alberto Biancheri si avvia alla conclusione del mandato.

Davanti a un pubblico composto da molti dei candidati dei vari schieramenti che si affronteranno a breve nella competizione elettorale, maggioranza e opposizione si sono dati le ultime stoccate sul punto più importante all’ordine del giorno: la programmazione finanziaria dell’ente, eredità alla futura amministrazione lasciata dall’attuale giunta comunale.

Sotto i riflettori dei consiglieri d’opposizione è finito l’aumento delle entrate di Imu, Tari e imposta di soggiorno.

L’assessore Paola Cagnacci ha chiarito, per placare le polemiche, che l’aumento Imu 2020 e 2021 è dovuto a un maggior recupero dell’evasione, mentre quello della Tari è relativo all’incremento annuale Istat per il servizio di raccolta differenziata e per il costo di conferimento in discarica. L’altro aumento che va a influire sulle entrate previste per il prossimo anno è giustificato dalle stime fatte sull’introduzione dell’imposta di soggiorno che decorrerà dal prossimo primo di giugno (690 mila euro).

Alcune tra le partite più importanti che hanno permesso di mantenere in equilibrio i conti sono costituite dai 6 milioni e 900 mila euro recuperati sull’evasione Imu; 2,5 di Tari e dagli utili provenienti dal casinò: 2 milioni e 617 mila euro netti messi a disposizione di Palazzo Bellevue.

Quello di questa sera, anche se dai toni di commiato, non dovrebbe essere l’ultimo consiglio comunale. Durante la seduta, infatti, il presidente Il Grande ha comunicato che si terrà ancora un’altra assise per permettere l’approvazione di una pratica vincolata alla decisione del tribunale su Rivieracqua, attesa per metà maggio e relativa al concordato presentato dal consorzio pubblico che prevede l’ingresso di Amaie nella società pubblica. Durante quella serata si dovrebbe tenere il discorso di fine mandato del sindaco.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.