Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Riva Ligure, avviati i lavori sul waterfront: sarà intitolato alla principessa Grace fotogallery

La nuova passeggiata collegherà il centro di Riva ad Arma di Taggia

Riva Ligure. Sarà intitolata alla principessa Grace di Monaco la nuova passeggiata a mare i cui lavori sono stati inaugurati questa mattina in piazza Ughetto. L’opera, finanziata dal Comune e che ha vinto il bando regionale lanciato per la riqualificazione turistica dei comuni liguri, prevede la realizzazione di un nuovo waterfront dal punto dell’inaugurazione fino alla “Croce”.

Con quest’intervento, tanto atteso quanto desiderato dai rivaschi, il lungomare si andrebbe a riunire con il lato della passeggiata che guarda ad Aregai e con la pista ciclabile di Arma di Taggia.

“Ringrazio la giunta regionale e l’assessore al Turismo Berrino (presente all’inaugurazione), per aver finanziato quest’opera strategica del valore complessivo molto importante. Tra poche settimane verrà inaugurato un altro tratto di collegamento tra Riva e Santo Stefano che renderà possibile completare il percorso ciclopedonale, spiega il primo cittadino.

Dedicheremo alla principessa Grace il nuovo lungomare e abbiamo già ricevuto il documento ufficiale del Principato di Monaco con il quale è stata accolta la nostra proposta. Compatibilmente con i propri impegni di capo di Stato, nel giorno del taglio del nastro avremo la presenza del principe Alberto”.

Il progetto, predisposto dall’architetto Raimondo, include anche il recupero di un tobruk utilizzato come bunker durante la seconda guerra mondiale e che è riemerso nei pressi della foce del torrente che sfocia a lato dello stabilimento balneare Beach Riva.

Il rendering mostra elementi architettonici simili alla scogliera. Nel complesso del piano di interventi è contenuto il rifacimento del muro di protezione con materiali compatibili e, appunto, la passeggiata.

Ospedaletti - Loanesi, i goal

Con i finanziamenti provenienti invece dal fondo di protezione civile per i danni della mareggiata – circa 400 mila euro – verranno creati due nuovi moli e un nuovo pennello frangiflutti.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.