Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Processo Breakfast, nuove rivelazioni del pentito Virgiglio: «I clan si rivolsero a Scajola perché conosceva Savona»

Nuove accuse all'attuale sindaco di Imperia

Reggio Calabria.  «Scajola conosceva molto bene il professore Savona, all’epoca presidente di Impregilo e oggi attuale ministro. Me lo disse Ugolini che aveva scelto Savona come canale». A dichiararlo è il pentito Cosimo Virgiglio, sentito come teste nell’ambito del processo Breakfast in corso a Reggio Calabria che ha portato sul banco degli imputati l’attuale sindaco di Imperia Claudio Scajola, accusato di avere favorito l’inosservanza della pena dell’ex parlamentare di Forza Italia Amedeo Matacena, condannato definitivamente dalla Cassazione per concorso esterno in associazione mafiosa, latitante a Dubai, e dell’ex moglie di questi, Chiara Rizzo.

Le dichiarazioni di Virgiglio sono state riportate da alcuni giornali calabresi, quali LaCnews24.it e Ilcorrieredellacalabria.it.

Il pentito ha risposto alle domande degli avvocati, riferendo della volontà del clan Molè di inserirsi negli appalti per i lavori di ammodernamento della Salerno-Reggio Calabria. Per farlo, il clan avrebbe inviato i suoi rappresentati dal gran gran maestro Giacomo Ugolini: quest’ultimo avrebbe scelto Claudio Scajola come canale proprio in virtù della sua conoscenza con Savona, l’attuale ministro che all’epoca dei fatti era al vertice di Impregilo.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.