Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Ospedaletti, nuovo appuntamento con “È tempo di libri”

Sarà presentato il libro "La cerimonia del nuoto" di Valentina Fortichiari

Ospedaletti. Nell’ambito della rassegna “È tempo di libri” e del ciclo “Sguardo di donna”, promossa dal comune di Ospedaletti, Assessorato alla Cultura, si terrà un nuovo appuntamento giovedì 18 aprile alle 16.30 presso la Biblioteca civica, Corso Regina Margherita 1.

Sarà presentato il libro “La cerimonia del nuoto” (Bompiani) di Valentina Fortichiari. Sarà presente l’autrice che dialoga con il grande poeta e scrittore Giuseppe Conte. Modera Daniela Cassini. In collaborazione con la libreria Amicolibro di Bordighera.

Il libro “La cerimonia del nuoto”
Chi si immerge in questo libro compie un’esperienza emozionante: scende sotto la superficie del mare, si accosta nel silenzio a un immenso territorio di avventure, sogni e suggestioni che somiglia tanto a quello dell’animo umano. Valentina Fortichiari, che da sempre nuota -prima come agonista, poi come insegnante, infine come “viaggiatrice d’acqua”, alla scoperta di mari lontani- ci conduce con sè a scoprire la disciplina che il nuoto richiede e la libertà assoluta che al tempo stesso regala.
Con sottile empatia, quasi fosse una di loro, ci racconta di creature dei fondali come il cavalluccio marino, che cambia colore a seconda degli stati d’animo, la grande foca guidata dalla fame, il narvalo, unicorno dei mari.

E trova le parole per raccontare l’insondabile mistero delle profondità. “Mentre mi muovo con la leggerezza inconsistente di una medusa, posso sentire l’acqua sulla pelle, sul viso, sulle mani, tra le dita: il mare respira, ride, parla.”
VALENTINA FORTICHIARI, milanese ma molto legata al nostro Ponente ligure, dove ha casa, ha sempre lavorato nel settore editoriale. Esperta di archivi e di biografie, cura l’opera di Zavattini e Morselli. Ha esordito nella narrativa nel 2009 con “Lezioni di nuoto. Colette e Bertrand, estate 1920″ (Guanda), con cui ha vinto il Premio Rapallo, il Premio Grazia Deledda e il Rhegium Julii. Ingresso libero, la cittadinanza è cordialmente invitata.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.