Imperia, salta di nuovo l’Assemblea dei sindaci: in gioco il salvataggio di Rivieracqua

In vista dell'importante udienza di metà maggio. Natta: «Gli assenti se ne assumeranno le responsabilità»

Imperia. Manca il numero legale e salta, dunque, per la seconda volta in pochi giorni il numero legale dell’Assemblea dei sindaci  che avrebbe dovuto assumere importanti delibere relative (tra cui l’aumento delle tariffo idriche del 30 per cento da qui al 2020) alla salvezza di Rivieracqua.

assemblea dei sindaci saltata

«Convocheremo -dice il presidente uscente Fabio Nattauna nuova seduta prima dei metà maggio in modo che il Piano di salvataggio del Consorzio dell’acqua pubblica che dovrà essere presentato ai giudici per essere approvato possa essere corredato dall’assunzione di queste delibere. In caso contrario i sindaci assenti si assumeranno la responsabilità di quanto potrà accadere».

A metà maggio, infatti, è in programma una nuova udienza davanti al giudice che dovrà esprimersi a proposito del Piano di salvataggio del Consorzio pubblico.