Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Imperia, chiuso il ‘processo Aimeri': imputati tutti assolti

Il fatto non sussiste: a stabilirlo il tribunale collegiale

Più informazioni su

Imperia. Il tribunale collegiale ha assolto, perché il fatto non sussiste, i cinque imputati finiti a processo per concussione, frode e altri reati che vedeva coinvolti il Comune di Sanremo e l’Aimeri, azienda che all’epoca dei fatti (tra il 2010 e il 2013) gestiva il servizio di igiene urbana nella Città dei Fiori.

Assolti dunque Luciano Crespi (capo tecnico dell’igiene urbana per il Comune di Sanremo e dal 2011 capo area per la Liguria dell’Aimeri), per il quale la pubblica accusa aveva chiesto 4 anni e 6 mesi e 1.000 euro di multa; l’allora capo settore Igiene Urbana del Comune Stefano Burlando (chiesti 2 anni e 3 mesi); Pietro Iriti, all’epoca capo cantiere Aimeri, considerato il braccio destro di Crespi (chiesto 1 anno e 3 mesi e 1.500 euro). Assolti, come richiesto dal pm, anche Giovanni Punzo e Giuseppe Di Pietrantonio.

I fatti. Crespi era accusato – in alcuni casi a vario titolo anche con gli altri imputati – di concussione, per aver preteso due tessere carburante dal capo cantiere Aimeri, Luigi Di Giorgio (difeso dall’avvocato José Sciortino) che si è già costituito parte civile, assieme al Comune di Sanremo. Lo stesso è anche accusato di fronde nell’adempimento degli obblighi previsti dal contratto di appalto tra il Comune di Sanremo e la ditta Aimeri Ambiente, per l’utilizzo di mezzi d’opera e personale Aimeri di Sanremo, in altri Comuni della provincia dove l’azienda era ugualmente appaltatrice: tra cui Ceriana, Riva Ligure e San Lorenzo al mare.

Il collegio difensivo era formato dagli avvocati Alessandro Mager (Crespi, Iriti e Di Pietrantonio); Eugenio Aluffi (Burlando) e Roberto Trevia per Punzo.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.