Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Cambia il consiglio direttivo del Lions Club Sanremo Host fotogallery

Illustrata l'intensa attività del club svolta durante l'anno sociale

Sanremo. Il Lions Club Sanremo Host, in occasione della serata dedicata alle elezioni del nuovo consiglio direttivo che guiderà il club, nell’anno sociale 2019-2020, e dove è stato confermato alla carica di presidente il socio Lions Roberto Pecchinino, il presidente in carica Vincenzo Benza, ha illustrato l’intensa attività del club, svolta durante il suo anno sociale, iniziato il 1 luglio 2018 e che si concluderà il 30 giugno.

Tra i service più importanti il presidente Benza, ha ricordato la panchina donata alla città, per il centenario del Lions International. I contributi donati ai frati Cappuccini di Sanremo, per la fornitura e l’installazione di nuove candele votive e per il restauro della chiesa; la 4° edizione del service “Diversamente Rally”, dove sono stati raccolti 2.000 euro destinati alle Associazioni che si prendono cura dei ragazzi disabili.

Nei mesi di ottobre e novembre il club ha partecipato attivamente alle celebrazioni per i 100 anni della vittoria nella guerra del 1915/1918. In occasione delle serate conviviali con relatori, sono state seguite con successo quella della dott.ssa Barbara Ruffoni, responsabile del Crea di Sanremo. La serata con il giornalista sportivo Carlo Nesti, che ha proposto un suo spettacolo multimediale dal titolo “Lo Sport di Vivere”.

Quella proposta dal primo vicepresidente del club Roberto Pecchinino, giornalista e regista, che ha proiettato due interessanti filmati, uno sul territorio e un vecchio filmato con protagonista il celebre concittadino Carlo Dapporto che illustrava le bellezze della città dagli anni ’30 agli anni ’60. La serata alla scoperta dell’Istituto Internazionale di Diritto Umanitario con la dott.ssa Stefania Baldini e la Giustizia Transizionale con l’ammiraglio prof. Roberto Moreno.

Tra i numerosi service realizzati, il presidente Benza ha ricordato il contributo al Centro Anziani di San Siro; la corona d’alloro deposta davanti al monumento che ricorda i Caduti di Nassiriya, in occasione del 15° anniversario di quel tragico evento; il concerto di musica sacra nella chiesa dei Cappuccini, scritto e diretto dal maestro Davide Tepasso, eseguito dalla Cappella Musicale Diocesana, alla presenza di S.E. mons. Antonio Suetta vescovo della Diocesi di Ventimiglia-Sanremo. Sono stati raccolti 600,00 euro devoluti ai Frati Cappuccini per contribuire a lavori di restauro dell’edificio religioso; la campagna di informazione e prevenzione alla lotta contro il diabete allestendo uno stand davanti al Cinema Centrale.

La festa per la 63° Charter nel corso di una elegante serata al Grand Hotel & Des Anglais allietata dal poliedrico musicista Davide Laura, presenti il governatore Ildebrando Gambarelli con la moglie Patrizia, il vice sindaco Costanza Pireri e S.E. il vescovo mons. Antonio Suetta. Il service “aiutiamo a portare un malato a Lourdes”; “The con i Nobel” grazie alla diretta streaming da Stoccolma, curata dal socio Pecchinino. L’organizzazione del convegno sul service nazionale “Il barattolo d’emergenza”; il service per la mensa “Primo Fiore”, grazie alla collaborazione della polizia municipale, è stata organizzata una pesca di beneficenza che ha consentito di raccogliere 500,00 euro per l’acquisto di batterie di pentole per la cucina.

In occasione del concerto di Natale, il club ha aderito all’iniziativa promossa insieme ad altri club service, alla raccolta fondi per l’associazione fondata dal medico sanremese Roberto Ravera, che si occupa in Sierra Leone del recupero dei bambini soldato e ha costruito una comunità di accoglienza per bambini vittime della guerra, di abbandono e di sfruttamento. Il club ha contribuito con l’acquisto di 50 biglietti per complessivi euro 1.000,00.

L’organizzazione dell’enolotteria promossa a livello di Zona per raccogliere fondi per la “banca degli Occhi”. La colletta alimentare grazie alla collaborazione di due supermercati cittadini, sono stati raccolti 850 kg di generi alimentari distribuiti poi alle mense per i poveri dei Frati Cappuccini, dei Frati di San Martino e alle famiglie indigenti della parrocchia degli Angeli. Il 19 marzo il club in collaborazione con il Lions Matutia, ha consegnato a 200 alunni delle classi quinte elementari il Tricolore e una copia della Costituzione. La cerimonia si è svolta nella sala consigliare alla presenza del Sindaco, del Presidente del Consiglio Comunale e di alcuni assessori. Nel mese di aprile il service per la LCIF con il torneo di Burraco e lo spettacolo dialettale al Teatro del Casinò. In preparazione la camminata contro il diabete il 19 maggio e lo spettacolo benefico il 30 giugno per Marzia.

Al termine della relazione del presidente Vincenzo Benza, accolta da tutti i soci presenti, con grande soddisfazione per l’impegno svolto durante tutto l’anno dai soci e dal direttivo per valorizzare e concretizzare il motto del Lions International “We Serve”, si è proceduto al rinnovo degli incarichi del consiglio direttivo per l’anno sociale 2019-2020, che entrerà in carica il prossimo primo luglio.

Il presidente eletto è stato confermato Roberto Pecchinino, lo affiancheranno durante il suo mandato Vincenzo Benza (past-presidente uscente), Giancarlo Buschiazzo (1° vicepresidente), Oriana Ragazzo (segretario), Luca Spada (cerimoniere), Paolo Toti (tesoriere), i consiglieri Claudio Perato, Filippo Moro, Anna Blangetti, Domenico Frattarola (2° vicepresidente) e Francesco Surace. Il lions Carlo Tonelli subentra a Rosalba Monteleone alla carica di presidente comitato soci, il lions Ettore Delbò ( passa a 1° vicepresidente Comitato Soci) e il lions Luigi Volpi è stato eletto come 3° membro del Comitato Soci, il lions Luca Oggero è stato riconfermato come Leo Advisor. Sono stati eletti come revisori dei conti i lions Bruno Bellotti e Giorgio Cravaschino.

Con emozione e con spirito Lionistico il presidente Incoming Roberto Pecchinino, ha ringraziato tutti i soci presenti per l’onore di averlo scelto alla guida del Lions Club Sanremo Host, uno tra i primi club Lions nati in Italia (1955), che vanta oltre un migliaio di service realizzati nella comunità sanremese e nel mondo, e di aver avuto come socio fondatore il duca Guido Orazio Borea D’Olmo e personaggi illustri come Renzo Laurano e indimenticabili presidenti come Osvaldo Moreno, Carlo Lombardi, Aldo Alberti, Sandro Scalarandis, una lista che sarebbe lunghissima per l’impegno e la disponibilità al servizio umanitario e sociale profuso da centinaia di soci Lions nei 63 anni di attività del club. Prima di concludere la serata con il rituale colpo di campana, il Presidente Incomig, con un brindisi ha ringraziato per la presenza il presidente di Zona Maurizio Cravaschino e tutti i soci del Consiglio Direttivo, che sono stati eletti e che lo affiancheranno durante l’anno sociale 2019-2020.

(Nella foto di gruppo, il nuovo presidente del Lions Club Sanremo Host Roberto Pecchinino, con tutti i componenti del consiglio direttivo per l’anno sociale 2019-2020).

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.