Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Bordighera, Pd e Sinistra Italiana: “Mozione per non concedere spazi pubblici a chi non si rifà ai valori antifascisti”

"Auspichiamo di non ricevere in risposta solo la vostra indifferenza, perché il 25 aprile non sia solo parole vuote e discorsi di circostanza, ma azioni autentiche e fatti concreti"

Bordighera. Le dichiarazioni del Partito democratico e di Sinistra italiana di Bordighera rivolte al Sindaco della Città delle Palme e al consiglio comunale:

“All’attenzione del sindaco Ingenito Vittorio e del consiglio comunale tutto, il 23 marzo in tutti i giornali e telegiornali si è ricordato il centenario della nascita del fascismo, ideologia totalitaria e repressiva, nel nome della quale il nostro paese ha vissuto il periodo più buio della sua storia.

Periodo che finì dopo due anni di sanguinosa guerra civile, che portò l’Italia verso la stesura di una Costituzione fondata sui principi di Democrazia e della Resistenza. La Costituzione, a più di settant’anni dalla sua entrata in vigore, rimane per noi un faro e un punto di riferimento imprescindibile nel nostro agire politico e civile.

Stiamo però assistendo non senza preoccupazione all’emergere di nuove formazioni politiche che si richiamano, più o meno esplicitamente, agli ideali e alle linee guida dominanti nel corso del ventennio.

Parallelamente un altro pericolo non secondario sta prendendo corpo inesorabilmente: quello della progressiva perdita di memoria storica, essendo sempre meno coloro i quali possono attivamente testimoniare i crimini e le atrocità perpetrate in quel periodo. È un pericolo che minacciosamente intacca le coscienze collettive, coscienze che mai come ora occorre scuotere.

A chi ci accuserà di condurre battaglie ideologiche che poco hanno a che fare con la quotidianità di Bordighera, vogliamo ricordare che neanche un anno fa, in pieno periodo di elezioni amministrative, un vergognoso striscione di minacce è stato esposto di fronte alla sezione locale dell’Anpi.

Ci rivolgiamo a voi, cari consiglieri comunali, affinché raccogliate questo appello e approviate in consiglio comunale, come già accaduto in numerose città italiane, una mozione che si impegna a non concedere spazi pubblici a chi non dichiarerà esplicitamente di rifarsi ai valori della nostra Costituzione antifascista e di promuovere nelle scuole iniziative volte a mantenere vivo, anche nelle giovani generazioni, il ricordo di un periodo non così distante della Storia italiana.

Auspichiamo di non ricevere in risposta solo la vostra indifferenza, perché il 25 aprile non sia solo parole vuote e discorsi di circostanza, ma azioni autentiche e fatti concreti”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.