Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Bordighera, ordinanza anti vandali. Tre locali costretti ad anticipare chiusura

Stop all'una di notte per Night & Day, U Cavetu e Istanbul Kebap

Bordighera. Tre locali della ‘movida’ bordigotta dovranno anticipare la chiusura all’una di notte. Lo ha stabilito il sindaco Vittorio Ingenito che ha firmato un’ordinanza con la quale impone al bar ‘Night and Day’ (via Roma, 5), all’Istanbul Kebap (via Vittorio Emanuele II, 175) e al 
Ristorante – pub ‘U Cavetu’ (Via F. Rossi, 1) di non restare aperti oltre l’una e di non riaprire prima delle sette del mattino.

La decisione è stata presa tenendo conto di una nota inviata, il 25 marzo scorso, a Palazzo Garnier dalla Prefettura di Imperia. Nel documento si legge: «In considerazione del perdurare di criticità in alcune aree di Bordighera, con specifico riferimento ad episodi di vandalismo, degrado e disturbo della quiete pubblica prevalentemente correlate all’abuso di alcolici e dalla ‘movida’ del fine settimana, si sensibilizza il sindaco ai fini dell’adozione delle iniziative di competenza volte ad una rimodulazione degli orari di apertura e di chiusura degli esercizi pubblici e della vendita di bevande alcoliche. Alla luce di un’analisi recentemente effettuata, in proposito, dall’Arma dei carabinieri, dette criticità si rilevano, in maniera particolare, all’interno e nei pressi dell’ Istanbul Kebap, del bar Night and Day e del ristorante pub U Cavetu».

La nota della Prefettura segue quella della compagnia carabinieri di Bordighera redatta il 26 febbraio scorso nella quale venivano segnalate problematiche inerenti l’ordine pubblico e la pubblica sicurezza. I militari chiedevano al Comune di far chiudere i tre locali a mezzanotte. Il sindaco ha poi deciso di concedere ancora un’ora, portando all’una l’orario massimo di chiusura.

A chiedere a gran voce provvedimenti sono stati anche i cittadini che abitano nelle vie limitrofe ai luoghi in cui si trovano i locali. I residenti hanno infatti presentato, il 26 marzo scorso, una raccolta firme per segnalare «rumorosi assembramenti, occupazione del suolo pubblico e della carreggiata di marcia dei veicoli» nei pressi dei suddetti locali.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.