Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Bordighera bacchetta Ventimiglia per la gestione di ‘InRiviera’. Vice sindaco Bozzarelli: «Scorretta mancanza di condivisione» foto

La Città delle Palme potrebbe abbandonare il consorzio

Bordighera. Il Comune di Bordighera potrebbe lasciare il consorzio InRiviera sottoscritto insieme ad altri 17 Comuni del comprensorio intemelio. Il motivo? La mancata condivisione di importanti documenti e progetti, quale la convenzione con l’ATL Cuneo, da parte del Comune capofila: Ventimiglia.

L’intenzione di abbandonare il consorzio è stata espressa in una lettera, durissima, inviata lo scorso 15 aprile dal vicesindaco e assessore al Turismo di Bordighera Mauro Bozzarelli ai colleghi di Ventimiglia e degli altri Comuni del consorzio.

«Con la presente intendo manifestare la profonda contrarietà dell’amministrazione comunale di Bordighera per quanto accaduto nel corso dell’assemblea dei sindaci del consorzio InRiviera dello scorso 2 aprile – si legge – La scorrettezza non concerne soltanto la mera fase esecutiva del porre in votazione un documento importante quale la convenzione con l’ATL Cuneo dopo aver constatato l’assenza della gran parte dei comuni consociati ma, ben più grave, la totale mancanza di etica nell’aver presentato solo in quel momento il documento, mai prima trasmesso dal Comune capofila agli altri enti».

Bordighera, la città dal potenziale turistico maggiore della costa del ponente imperiese pare essere stata tagliato fuori da decisioni importanti e considerata soltanto quando ormai i giochi si erano chiusi: «Un precedente di inaudita gravità – aggiunge Bozzarelli – che pare porre le basi per una gestione del consorzio da parte di un unico, perlomeno, di pochi attori i quali conducono gli altri partner a ruolo di meri uditori».

E non è tutto: «Ancor più grave appare il fatto che, prima della votazione, il funzionario del Comune di Bordighera abbia chiaramente esternato la richiesta dell’amministrazione di rinviare l’approvazione del documento ad altra occasione, successiva alla trasmissione e valutazione dello stesso da parte di tutti i Comuni; il mancato accoglimento della richiesta appare vieppiù grave in considerazione del ruolo Sim dall’inizio assunto da Bordighera all’interno del consorzio, comprovato da costante presenza, fattivo impegno, puntualità nel pagamento della quota associativa, disponibilità e messa disposizione dei tecnici comunali si legge – Quanto accaduto il 2 aprile, aggravato dall’assordante silenzio, in particolar modo degli amministratori del Comune capofila, che ne è seguito, non può che portarci a un doveroso ripensamento del nostro ruolo nonché ad una profonda riflessione circa la volontà del Comune di Bordighera di fare ancora parte del consorzio inRiviera».

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.