Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Merlenghi (Scullino Sindaco): «Ventimiglia non ha bisogno di slogan ma di progetti reali»

La prima risposta coordinatore della lista civica “Scullino sindaco” agli annunci della candidatura del sindaco uscente Ioculano

La prima risposta di Mauro Merlenghi, coordinatore della lista civica “Scullino sindaco” agli annunci della candidatura del sindaco uscente Ioculano.

Siamo di nuovo agli slogan pubblicitari: “Senza padroni e senza padrini” solo fumo negli occhi per nascondere il vuoto delle proposte e perché altro non abbiamo da offrire agli elettori: uno slogan per coprire cinque anni di amministrazione inesistente. Certi slogan fanno male alla città, basta guardare indietro i danni fatti con certi argomenti ma evidentemente il lupo perde il pelo ma non il vizio.

D’altronde una amministrazione che ha vissuto di luce riflessa, si luce riflessa perché tutte le opere di cui si fregia sono opera della precedente amministrazione, non può che esprimersi con slogan e promettere un futuro radioso Ventimiglia non ha bisogno di slogan ma di progetti reali, tangibili come quelli che si sono trovati nel cassetto fatti dalla precedente amministrazione.

Non dicano cosa hanno inaugurato ci dicano quali progetti sono avviati o prossimi all’inizio. Per favore basta dichiarazioni d’intento.
Slogan pubblicitari ecco a cosa siamo ridotti.

“Ventimiglia è in movimento.  Ci spiace ma Ventimiglia è ripiegata su sé stessa dopo cinque anni di assurde scelte, la accanita ostinazione a voler dimostrare che la Civitas era il male assoluto, spendendo un mucchio di soldi in liquidatori e vendite di immobili sotto costo distruggendo un patrimonio che avrebbe generato progetti nell’interesse della città.

Ventimiglia non è in movimento, ma paga lo scotto delle vostre assurde scelte ideologiche, avete scordato il campo profughi in centro città?

Ventimiglia non è in movimento, è bloccata dalle vostra inerzia nella manutenzione della città, avete aspettato le elezioni per cominciare a tappare qualche buco, ridipingendo qualche pilastro ecc..ecc. ci sono volute le elezioni e la paura di perdere il posto per iniziare a fare qualcosa.

Una città non ha bisogno di slogan ma di fatti”-

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.