Riviera24.it - Notizie in tempo reale, news a Imperia e Sanremo di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Imperia, Faisa Cisal chiede incontro in Prefettura con dirigenti Riviera Trasporti per tutelare i dipendenti foto

Se non si arriverà ad un accordo tra le parti, il sindacato potrebbe indire uno sciopero

Più informazioni su

Imperia. Si è chiusa oggi la prima fase della procedura di raffreddamento intrapresa dalla segreteria provinciale della Faisa Cisal (Federazione Autonoma Italiana Sindacale degli Autoferrotranvieri, Internavigatori ed Ausiliari del Traffico) a nome dei dipendenti della Riviera Trasporti.

Sei le richieste espresse dalla sigla sindacale all’azienda e riassunte in altrettanti punti. Si è discusso, in primis, dell’assorbimento del personale di RTL, società ‘satellite’ di cui la RT ha assorbito le linee ma non i lavoratori ai quali, al momento, afferma Faisa Cisal, “viene data una proroga del contratto che non dà loro garanzie”. Chiesto, inoltre, il completamento del piano delle assunzioni promesso dall’azienda. 
Seconda richiesta: la sicurezza del personale viaggiante, che quasi ogni giorno subisce aggressioni verbali e fisiche.

“Quale sarà il futuro dell’azienda in conseguenza delle decisioni politiche per la vendita dei depositi di Sanremo e Ventimiglia?”, ha poi chiesto il sindacato, che vuole conoscere le decisioni prese dagli amministratori locali in merito alla proposta dell’azienda di vendere i depositi nelle due città.
Al quarto punto la possibilità di richiedere le ferie in modo telematico. “I lavoratori sono sotto organico”, precisa la segreteria provinciale della Faisa Cisal, “Per cui è difficile pianificare le ferie e i giorni di riposo necessari per organizzare la propria vita privata. Non è corretto che i lavoratori sappiano con un solo giorno di anticipo se la loro richiesta di ferie è stata accolta o meno”.
Un’altra richiesta è quella di conoscere se, come l’azienda aveva paventato, un servizio fornito da un’agenzia di sicurezza privata esterna alla Rt verrà affiancato al personale che controlla se i passeggeri sono, o meno, provvisti del regolare titolo di viaggio.
In ultimo, è stato richiesto il rispetto dell’accordo tra sindacati e azienda sulla rotazione dei turni e i riposi del personale viaggianti, ad oggi non rispettato.
Verrà ora avviata la seconda fase della procedura di raffreddamento che prevede la richiesta di un incontro con il prefetto di Imperia alla presenza sia dei sindacati che dei dirigenti della Riviera Trasporti.

Se non si arriverà ad un accordo tra le parti, Faisa Cisal potrebbe indire uno sciopero del personale.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Riviera24.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.